rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021

Fuma marijuana in casa "a scopo terapeutico": assolto

Il fatto non costituisce reato e un perito informatico di 40 anni viene assolto dopo una denuncia per le numerose piante ritrovate in casa: "Ho il tumore ai testicoli, è il mio antidepressivo"

Coltivava e fumava marijuana in casa, ma agli agenti ha spiegato di utilizzarla a scopo terapeutico. Così il gip Nicola Aiello ha assolto un palermitano di quarant'anni che aveva una serra nella propria abitazione. Affetto da tumore ai testicoli il quarantenne ha spiegato di farne uso solo come antidepressivo e vasodilatatore.

Con tanto di certificazioni della difesa il pm ha chiesto l'assoluzione per l'imputato vista la "discriminante dello stato di necessità". Una tesi sposata dall'accusa, che ha fatto presente in udienza che in Italia l'uso di farmaci con cannabinodi a scopo terapeutico è già consentito per curare altre patologie, come la sclerosi multipla.

Durante una perquisizione a casa dell'uomo sono state trovate diverse piantine di marijuana ma in sede di udienza la serie di documentazioni presentate (tra perizie mediche, certificazioni e testimonianze) è stata sufficiente per l'assoluzione. Di conseguenza "il fatto non costituisce reato" e il gip nei prossimi 45 giorni depositerà le motivazioni. (da PalermoToday)

Fonte: Palermo Today →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuma marijuana in casa "a scopo terapeutico": assolto

Today è in caricamento