Mercoledì, 23 Giugno 2021
La scritta / Lecco

"Giù le mani dalle mogli degli altri": mariti furiosi contro il carabiniere

L'ira dei mariti di Bellano, in provincia di Lecco, contro il militare tacciato di essere un Don Giovanni. Il sindaco fa rimuovere la scritta, mentre il diretto interessato nega ogni accusa

La scritta sui muri di Bellano (Foto da Lario News)

Una scritta che lascia poco spazio alle interpretazioni è comparsa sui muri di Bellano, in provincia di Lecco: "Giù le mani dalle mogli degli altri. Codardo togliti cintura e pistola e difenditi dai mariti".

Come racconta il Corriere della Sera, il messaggio sarebbe rivolto al maresciallo 56enne della stazione locale dei carabinieri, accusato di essere un Don Giovanni, dettaglio che avrebbe scatenato la furia (e la gelosia) dei mariti. Una storia che sembra uscire da un romanzo, ma che potrebbe avere delle conseguenze per il maresciallo: il militare rischia infatti l'allontanamento per incompatibilità ambientale.

Il diretto interessato ha negato ogni accusa, confidando ad alcuni amici di essere pronto a procedere per diffamazione contro ignoti: '''Non è la vendetta di mariti gelosi, ma solo il tentativo di farmi cacciare via da parte di qualcuno che ce l’ha con me. Non riesco a immaginare di chi possa trattarsi: non ho mai avuto screzi con nessuno''.

Intanto i militati hanno aperto un'inchiesta dopo che i proprietari dell'immobile dove è stata trovata la scritta hanno presentato denuncia per vandalismo, mentre il sindaco Antonio Rusconi ha subito provveduto a far rimuovere le scritte: ''Verrà fatto un ulteriore intervento per imbiancare i muri vandalizzati''.

Sulla vicenda è intervenuto anche il Comando provinciale dei Carabinieri con una nota ufficiale che riportiamo di seguito: "In relazione alla vicenda che ha interessato il comandante della Stazione di Bellano, ripresa da alcuni organi di stampa, si rappresenta che i fatti sono al vaglio della competente autorità giudiziaria e che l'Arma dei carabinieri ha immediatamente avviato una autonoma inchiesta per stabilire i contorni della vicenda e valutare la sussistenza o meno dei requisiti per la permanenza del militare nell'attuale incarico".

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giù le mani dalle mogli degli altri": mariti furiosi contro il carabiniere

Today è in caricamento