Martedì, 23 Luglio 2024

Marito cambia sesso, ma resta con la moglie: "Noi, due spose felici"

Il caso a Bologna. Se lui cambia sesso il matrimonio viene annullato: due coniugi emiliani, però, vogliono rimanere sposati e hanno fatto ricorso. Se la Consulta lo accoglierà potrebbe essere una spinta per le unioni gay

ROMA - "Se la Corte costituzionale ci darà ragione, sarà il precedente per introdurre anche in Italia il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Saremo le prime spose gay". Alessandro Bernaroli è un bancario di 43 anni ed "è diventato Alessandra" dopo un'operazione chirurgica fatta in Thailandia. Come si legge su Il Giornale, ha sposato una donna che ha ora il suo stesso nome ma, dopo il riconoscimento del cambio di sesso del Tribunale di Bologna, il Comune ha annullato le nozze celebrate in chiesa.

Che succede ora? Secondo il nostro ordinamento, se lui cambia sesso e diventa una lei, il matrimonio viene automaticamente annullato. I due coniugi, però, vogliono rimanere sposati e hanno fatto ricorso. La Corte Costituzionale dovrà ora decidere se sia legittimo, come previsto nel nostro ordinamento, sciogliere "ex lege" l'unione. E se la Consulta dovesse accogliere le ragioni della coppia, ci sarebbe una fortissima spinta al riconoscimento sul piano giuridico delle unioni omosessuali.

Ad inviare gli atti alla Corte Costituzionale è stata la Corte di Cassazione, dopo che nei primi due gradi di giudizio i protagonisti della vicenda hanno visto respinte le loro istanze. Nel 2009, infatti, il Tribunale di Bologna ha riconosciuto il cambio di sesso, ma per effetto di tale sentenza ha annullato le nozze. L'impugnazione di fronte alla Corte d'appello di Bologna, però, non è servita. La coppia è quindi arrivata in Cassazione e ora la Suprema Corte, sulla base anche di recenti pronunciamenti della Corte dei diritti dell'Uomo di Strasburgo, dubita della costituzionalità delle disposizioni che regolano la materia: nel mirino, una serie di articoli del legge 164 del 1982, che ora i 15 giudici della Consulta dovranno esaminare.

Secondo la Cassazione, con l'automatico annullamento del matrimonio da parte dell'ufficiale di stato civile a seguito della sentenza che ha certificato il cambio di sesso, si è determinato un "vulnus" che agisce a più livelli: "Viene violato il diritto di autodeterminazione nelle scelte sull'identità personale; si determina una cancellazione imperativa di una relazione affettiva stabile e continuativa dotata di rilievo costituzionale".

Fonte: Il Giornale →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marito cambia sesso, ma resta con la moglie: "Noi, due spose felici"
Today è in caricamento