Martedì, 26 Ottobre 2021
Oristano

"Mi dia una mascherina 1522": ragazzina fa arrestare l'amico di famiglia accusato di abusi

Una frase in codice sussurrata alla farmacista, poi la fine dell'incubo. In manette un 60enne

"Mi dia una mascherina 1522". Con questa frase rivolta alla farmacista una ragazza di 17 anni ha messo fine ad un incubo fatto di abusi sessuali e minacce. Si tratta di una frase in codice coniata proprio come strumento per denunciare gli episodi di violenza contro le donne. Il numero 1522, ricordano le autorità, corrisponde infatti al numero verde di emergenza contro la violenza di genere e lo stalking. I fatti si sono svolti a Oristano.

"Ha violentato per anni la figlia degli amici": le confidenze della piccola e l'arresto

Secondo i quotidiani locali la 17enne sarebbe andata in farmacia insieme ad un’amica chiedendo proprio una mascherina 1522. La dottoressa ha capito subito e ha accolto le due nel retro per poter parlare con più tranquillità. La minorenne ha raccontato che da quando aveva 12 anni avrebbe subito violenze sessuali da parte di un amico di famiglia 60enne. Per convincere la ragazzina a tacere l’uomo l’avrebbe anche minacciata più volte. Solo dopo cinque anni di soprusi la giovane ha trovato il coraggio di raccontare tutto ad un’amica. Del caso è stata poi avvertita la polizia che ha avviato le indagini e arrestato il 60enne.  

Fonte: L'Unione Sarda →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi dia una mascherina 1522": ragazzina fa arrestare l'amico di famiglia accusato di abusi

Today è in caricamento