Martedì, 13 Aprile 2021
Belgio

Le mascherine cancerogene distribuite (e ora ritirate) dal governo

Le mascherine lavabili, presenterebbero delle nanoparticelle di argento e di diossido di titanio. Le autorità belghe raccomandano di non utilizzare le milioni di mascherine di protezione in stoffa fornite dal governo di Bruxelles la scorsa primavera

Le autorità belghe raccomandano di non utilizzare le milioni di mascherine di protezione in stoffa fornite dal governo di Bruxelles la scorsa primavera, a causa del rischio di inalazione di sostanze tossiche. Il Ministero della Sanità belga ha deciso infatti di accogliere la raccomandazione del Consiglio Superiore della Sanità, fino a che non sarà terminato uno studio sulla potenziale tossicità delle mascherine.

Si tratta di 15 milioni di maschere fornite dalla lussemburghese Avrox e disponibili gratuitamente in tutte le farmacie; secondo i dati del Ministero tuttavia solo un terzo delle scorte sono state effettivamente distribuite. Le mascherine, lavabili, presenterebbero però delle nanoparticelle di argento e di diossido di titanio, una sostanza potenzialmente cancerogena.

Fonte: lesoir →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mascherine cancerogene distribuite (e ora ritirate) dal governo

Today è in caricamento