Domenica, 11 Aprile 2021

Niente mascherine per i vigili? Ci pensa un tappezziere in pensione

Walter ha ripreso in mano i ferri del mestiere e si è messo a cucire le mascherine per i vigili del fuoco di Piedimonte Matese

Ha ripreso i ferri del mestiere in mano ed ha iniziato a cucire, cucire, cucire. Dai tessuti che aveva, di solito utilizzati per coprire sedie, divani o per realizzare tende ne ha ricavato mascherine che ha donato ai vigili del fuoco. Una storia di umanità e di attaccamento al Paese ed alle sue istituzioni che arriva da Piedimonte Matese dove un tappezziere in pensione ha regalato le sue mascherine artigianali al locale distaccamento dei pompieri.

Protagonista della storia è Walter Sorbo che ha deciso, in questa emergenza, di non stare a guardare ma di rendersi utile per la sua comunità.

"Cerco di essere disponibile per quello che si può", dice facendo spallucce e mostrando tutta la sua umiltà. Una vita trascorsa a lavorare trasformando tessuti fino alla meritata pensione. Ma quando ce n'è stato bisogno è tornato in bottega e si è rimesso all'opera. "Avevo tessuti in abbondanza e vista l'emergenza sanitaria ho deciso di fare la mia piccola parte per il territorio - spiega Sorbo a Casertanews - le mascherine sono realizzate in materiale sintetico per la parte esterna e cotone per la zona a contatto con l'epidermide".

Fonte: CasertaNews →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente mascherine per i vigili? Ci pensa un tappezziere in pensione

Today è in caricamento