Lunedì, 25 Ottobre 2021
Il parere

L'epidemiologa Salmaso spiega perché a scuola la mascherine ''vanno portate sempre''

"Il virus si diffonde attraverso aerosol più di quanto immaginassimo"

''Le mascherine vanno portate a scuola, al banco e fuori, perché la variante Delta si diffonde con grande efficienza. Sta mostrando una maggiore contagiosità nei bambini rispetto alle varianti precedenti''. Lo dice a Repubblica Stefania Salmaso, epidemiologa dell'Associazione italiana di epidemiologia ed ex direttrice del Centro nazionale di sorveglianza e promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità.

''Abbiamo imparato che il virus si diffonde attraverso aerosol più di quanto immaginassimo - dice la studiosa -, e l'aerosol si muove in modo imprevedibile al chiuso. Quando si parla di 'bolle', in genere ci si riferisce alle classi. Gli alunni al loro interno stanno insieme, ma senza entrare in contatto con classi diverse. Penso poi che sarebbe importante affiancare le misure di distanziamento a una maggiore informazione per i ragazzi, che qualcuno spiegasse ai giovani come avviene il contagio, quali sono le situazioni in cui si rischia e come agiscono i vaccini, non solo per il coronavirus''.

Inoltre, a proposito di quarantena, fa notare Salmaso, ''sono previsti 7 giorni per i vaccinati e 10 per i non vaccinati a partire dall'ultima esposizione, con tampone al termine del periodo di isolamento. Se invece il tampone fosse previsto prima, si potrebbero evitare parecchi giorni di didattica a distanza''. I Centers for Disease Control americani, rileva l'epidemiologa, ''propongono un tampone 3-4 giorni dopo l'esposizione per verificare se il contagio si è compiuto''. 

Fonte: La Repubblica →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'epidemiologa Salmaso spiega perché a scuola la mascherine ''vanno portate sempre''

Today è in caricamento