rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023

Bossetti, l'ultima versione di mamma Ester: "Fecondazione assistita a mia insaputa"

"La scienza non sbaglia ma io non sono stata con Giuseppe Guerinoni": lo dice Ester Arzuffi, la madre di Massimo Bossetti condannato all'ergastolo per l'omicidio di Yara Gambirasio. Si aprono nuovi scenari?

"La scienza non sbaglia ma io non sono stata con Giuseppe Guerinoni": lo dice Ester Arzuffi, la madre di Massimo Bossetti condannato all'ergastolo per l'omicidio di Yara Gambirasio

Massimo Bossetti e la sorella Laura sono nati, dice la donna, da una fecondazione assistita. Il padre biologico di Bossetti è risultato essere Giuseppe Guerinoni, vecchia conoscenza della madre, la quale ha raccontato che, invece, non ha mai avuto alcun rapporto con l'uomo.

La madre di Massimo Bossetti, nel corso della trasmissione "Bianco e Nero" su La7, ha detto di essere andata da un medico "non perché non rimanevo incinta, io sono rimasta incinta ma i bambini mi morivano addosso, allora lui diceva: 'diamo uno spunto in più per aiutare anche gli spermatozoi di tuo marito'. Ed è lì che mi hai inserito un liquido freddo, freddissimo".

Secondo lei quindi c'è stata "una PMA assistita", all'insaputa di tutti, sia di lei che del marito. Come mai non ha parlato al processo, si chiedono in tanti? Quando in Aula avrebbe dovuto testimoniare, la donna si era invece avvalsa della facoltà di non rispondere: "Avevo addosso i media, avevo addosso di tutto e di più" dice oggi.

Insomma un nuovo incredibile scenario si apre alla vigilia dell'appello del processo su Massimo Bossetti per l'omicidio di Yara Gambirasio perché se effettivamente Massimo Bossetti, «ignoto 1», fosse frutto della inseminazione artificiale significherebbe che Giuseppe Guerinoni potrebbe aver donato il proprio seme allo stesso ginecologo che magari lo usò in altri casi. 

Fonte: Il Giornale →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bossetti, l'ultima versione di mamma Ester: "Fecondazione assistita a mia insaputa"

Today è in caricamento