Mercoledì, 4 Agosto 2021

Materassi "avvelenati": tutta colpa di un errore in Germania (e non si sa quanti siano)

Un errore di sintesi negli stabilimenti della tedesca Basf avrebbe prodotto 7.500 tonnellate di diisocianato di toluene con una concentrazione troppo elevata di diclorobenzene. Le aziende interessate fra Europa, Medio Oriente e Africa sarebbero 50

;aterassi al diclorobenzene: allerta in tutta Europa

Altro che sogni d'oro, in alcuni materassi potrebbero esserci sostanze cancerogene. Stando a quanto riportato dal quotidiano tedesco Spiegel migliaia i materassi finiti sul mercato presentano problemi di tossicità a causa di un errore di sintesi negli stabilimenti della tedesca Basf: un composto chimico basilare per la produzione, il diisocianato di toluene (Tdi), presentava una concentrazione troppo elevata di diclorobenzene. La sostanza, incolore e inodore, è cancerogena

Per adesso oltre alla Germania da dove sarebbe partito il problema, anche in Svizzera è stata espressa preoccupazione mentre in Italia ancora non si hanno notizie in merito. Stando a Basf le aziende interessate fra Europa, Medio Oriente e Africa sarebbero una cinquantina. 

Il danno che riguarderebbe 7.500 tonnellate di prodotto sarebbe enorme. Dalla parte delle aziende elvetiche, per esempio, risulta esserci stata un’immediata reazione preventiva. Alcune case produttrici avrebbero ammesso che teoricamente potrebbero sussistere conseguenze per la salute e a scopo precauzionale hanno deciso di fermare la produzione.

In Svizzera l'allarme riguarda Bico. Come riporta 20 Minuten, è stata avvisata della pericolosa défaillance solo martedì. La lucernese Recitcel ammette "potremmo essere stati influenzati", e per precauzione ha deciso di fermare la produzione. Lo stesso vale per la glaronese Riposa che ha anche provveduto a informare tutti i suoi clienti. Stesso iter anche per il fornitore zurighese Foampartner.

Fonte: Spiegel →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Materassi "avvelenati": tutta colpa di un errore in Germania (e non si sa quanti siano)

Today è in caricamento