Lunedì, 1 Marzo 2021
Multa pesante per il wedding planner / Regno Unito

Il matrimonio segreto con 400 invitati scoperto dalla polizia grazie a una “soffiata”

Gli agenti hanno fatto irruzione nella sala di una scuola ebraica femminile a Londra. Le finestre erano state addirittura coperte per evitare che qualcuno potesse vedere da fuori cosa avveniva dentro. Il wedding planner rischia una multa di 10mila sterline

foto di repertorio Pixabay

Avevano pensato a tutto, convinti di riuscire a farla franca. Avevano persino oscurato le finestre dall’interno, per impedire che da fuori qualcuno potesse accorgersi di quello che stava succedendo. Ma la polizia li ha scoperti ugualmente: 400 persone stipate in una scuola nella zona settentrionale di Londra, nonostante le restrizioni per evitare la diffusione del coronavirus. 

Si tratta di una delle violazioni più “grandi” scoperte dalla polizia, che aveva ricevuto una soffiata su quello che stava accadendo all’interno della Yosey Hator Girls Senior School di Stamford Hill, a nord di Londra, una scuola femminile ebraica, che la domenica viene utilizzata come centro drive-in per i test Covid19. 

All’arrivo della polizia molti degli invitati sono riusciti a scappare, mentre gli agenti hanno identificato la persona che aveva organizzato tutto: rischia di pagare una multa di 10mila sterline, per quella che è stata definita una violazione “vergognosa”. Cinque partecipanti alla festa che sono stati invece identificati dalla polizia dovranno magare circa 200 sterline di ammenda. 

Il matrimonio con 400 persone scoperto dalla polizia a nord di Londra

Secondo le norme in vigore in questo momento nel Regno Unito, i matrimoni sono permessi soltanto in casi eccezionali e possono parteciparvi solo fino a sei persone. “Questa è stata una violazione del tutto inaccettabile della legge, che è chiaramente in atto per salvare vite umane e proteggere il NHS (il sistema sanitario nazionale britannico, ndr). Un NHS che è sottoposto a notevoli pressioni in un momento in cui il Covid-19 ha ucciso quasi 100.000 persone”, ha tuonato l’ispettore capo Marcus Barnett, comandante della divisione locale della polizia di Londra. 

Da Downing Street hanno ribadito la gravità di quanto accaduto. “Grandi raduni come quello rappresentano un rischio per la salute… non solo per gli stessi partecipanti, ma per coloro con cui vivono o per altri che potrebbero venire in contatto con loro. Appoggiamo pienamente la polizia nell'agire contro le persone che ignorano le regole in modo sfacciato ed egoistico. È importante che tutti seguano le regole".

Un portavoce della scuola ha replicato: “Siamo assolutamente inorriditi per l’evento di ieri sera e lo condanniamo con la massima fermezza possibile. Affittiamo la nostra sala a un’organizzazione esterna che gestiste tutte le location e, come tale, non sapevamo che si stesse svolgendo un matrimonio. Abbiamo chiuso quell’accordo con effetto immediato. Stiamo indagando su come sia avvenuta questa scioccante violazione e non abbiamo in programma di riaffiattare il locale a terzi. Deploriamo le azioni di chiunque in qualsiasi comunità infranga la legge e metta a rischiosa vita delle persone in questo modo”. Anche il rabbino capo Ephraim Mirvis e il presidente del Jewish Leadership Council Uk Jonathan Goldestein hanno condannato senza riserve l’organizzazione del matrimonio nonostante le restrizioni imposte dal governo, come pure dal sindaco di Hackney, il distretto londinese di cui fa parte Stamford Hill. 

Fonte: Evening Standard →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il matrimonio segreto con 400 invitati scoperto dalla polizia grazie a una “soffiata”

Today è in caricamento