Giovedì, 24 Giugno 2021

Mattia a 18 anni ha sconfitto il coronavirus, promosso alla maturità: "Ho parlato di Ungaretti che nelle difficoltà non perde la speranza"

Ha trascorso settimane in terapia intensiva: "Quello che ho vissuto ha rafforzato i miei valori e mi ha aiutato a riscoprire il significato di cose che avevo sempre dato per scontate"

Intubato, ha trascorso settimane in terapia intensiva per sconfiggere il coronavirus. Oggi Mattia Guarneri è stato promosso all'esame di maturità. È Enrico Galletti sul Corriere della Sera a raccontare la storia del 18enne di Cremona che dopo aver superato i postumi del coma farmacologico ha sostenuto l'esame di Stato nell'istituto in cui studiava prima della pandemia.

Per la parte della prova (unica quest'anno) di letteratura italiana ha parlato di Giuseppe Ungaretti "un poeta in cui mi identifico - ha spiegato - perché ha saputo reagire alle disavventure e alle disgrazie della vita senza mai perdere la speranza".

Ai commissari che lo ascoltavano, Mattia ha parlato anche dei suoi giorni in ospedale in cui ha dovuto anche mandare il più terribile dei messaggi alla madre: "Mamma, mi intubano. Devo andare, ti amo e non ti lascerò sola".

"Potrebbe sembrare strano, ma oggi riesco a vedere i risvolti positivi della malattia. Quello che ho vissuto ha rafforzato i miei valori e mi ha aiutato a riscoprire il significato di cose che avevo sempre dato per scontate. Senza poter essere fisicamente vicino ai miei familiari, in ospedale mi sono affidato agli infermieri, che mi hanno restituito un affetto enorme". 

Fonte: Corriere.it →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mattia a 18 anni ha sconfitto il coronavirus, promosso alla maturità: "Ho parlato di Ungaretti che nelle difficoltà non perde la speranza"

Today è in caricamento