Pensa di scrivere alla moglie ma manda un messaggio alla Polizia Locale: salvato dal suicidio

E' successo a Rho, nei pressi di Milano. Un 49enne, intenzionato a togliersi la vita, ha sbagliato il destinatario del messaggio, permettendo così agli agenti di salvargli la vita

Foto di repertorio

Anche un errore può salvare la vita. Lo sa bene un 49enne italiano che, nella serata di martedì 28 gennaio è stato protagonista di una vicenda quantomeno surreale. L'uomo aveva annunciato che si sarebbe tolto la vita, ma nel farlo ha sbagliato il destinatario del messaggio, permettendo agli agenti di fermarlo, mentre passeggiava sulla banchina della stazione di ferroviaria di Rho, nel Milanese. 

Come racconta Alessandro Gemme su MilanoToday, tutto ha avuto inizio intorno alle 18.30 quando su uno smartphone del comando dei vigili di Corso Europa è arrivato uno strano messaggio. Il 49enne aveva sbagliato numero e, pensando di scrivere alla moglie, aveva scritto un WhatsApp in cui annunciava di volerla fare finita.

Letto il contenuto del messaggio gli agenti hanno fatto scattare immediatamente l'allarme: prima si sono finti la moglie per cercare di farlo desistere e guadagnare così del tempo prezioso. Nel frattempo hanno fatto scattare tutti gli accertamenti per risalire al proprietario del numero di telefono e localizzarlo.

Nonostante i sospetti manifestati dal 49enne durante la conversazione via WhatsApp, la Polizia Locale è riuscita ad individuare intorno alle 21 l'uomo, bloccato poi mentre vagava sulla banchina della stazione di Rho. Il 49enne è stato prima accompagnato al comando Savarino e successivamente al pronto soccorso dell'ospedale di Rho per accertamenti. 

Fonte: MilanoToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento