Giovedì, 15 Aprile 2021

Michel Platini fermato e poi rilasciato: "Un polverone per niente"

Secondo quanto riportato dalla testata francese Mediapart, l'ex Pallone d'Oro è stato fermato questa mattina in Francia e preso in custodia nell'ambito di indagini per corruzione per l’attribuzione dei Mondiali 2022 al Qatar

La notizia scuote il mondo del calcio. L’ex presidente UEFA Michel Platini è stato fermato questa mattina in Francia e preso in custodia nell'ambito di indagini per corruzione per l’attribuzione dei Mondiali 2022 al Qatar.  Secondo quanto riportato dalla testata francese Mediapart, l'ex Pallone d'Oro sarebbe stato portato nei locali dell’Ufficio anti-corruzione della Polizia Giudiziaria transalpina (OCLCIFF) a Nanterre (Hauts-de-Seine).

Nel 2015 Platini lasciò l'incarico di presidente dell'UEFA, venne accusato di avere percepito illecitamente 2 milioni di franchi svizzeri dall'allora presidente della FIFA Sepp Blatter e venne squalificato da tutte le attività calcistiche per otto anni, poi ridotti a quattro. 'Le Roi', nel maggio 2018, venne scagionato dalla magistratura svizzera, che non riscontrò alcune irregolarità di rilievo nel suo operato. 

Rilasciato Michel Platini: "Un polverone per niente"

E' stato poi rilasciato Michel Platini, fermato ieri in Francia per essere interrogato in relazione all'inchiesta su presunti atti di corruzione nelle procedure d'assegnazione dei Mondiali del 2022 al Qatar. Lo riporta France Football, citando l'entourage dell'ex presidente Uefa.  "Non è più in stato di fermo: è stato alzato un polverone per niente", ha dichiarato ai media il suo avvocato William Bourdon all'uscita dalla sede dell'Ufficio centrale dell'anticorruzione a Nanterre.

Fonte: Mediapart →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michel Platini fermato e poi rilasciato: "Un polverone per niente"

Today è in caricamento