Martedì, 13 Aprile 2021

Obbligo di microchip per i gatti e tutor al posto delle "gattare": che cosa cambia

Primo ok della Commissione Ambiente del Comune di Roma al nuovo regolamento per la tutela e il benessere degli animali: varie le novità

C'è l'ok della Commissione Ambiente del Comune di Roma al nuovo regolamento per la tutela e il benessere degli animali. "Parliamo di norme che aggiornano il precedente testo approvato nel 2005 e introducono una serie di novità volte a recepire i mutamenti intervenuti negli ultimi 14 anni, proponendo nuove soluzioni di corretta convivenza tra gli uomini e gli animali" spiegano il presidente di commissione Daniele Diaco e la vice Simona Ficcardi. Ora continua l'iter amministrativo verso la discussione in aula Giulio Cesare. 

Varie le novità, a partire dall'obbligo di microchip per i gatti di proprietà e la contestuale iscrizione all'anagrafe degli animali di affezione. Da segnalare anche il divieto di far esplodere petardi in presenza di animali, la promozione di un progetto mirato al riconoscimento delle persone senza fissa dimora che convivono con i propri animali e non li sfruttano a fini di accattonaggio, l'obbligo per il Comune di operare campagne di sensibilizzazione per il possesso responsabile degli animali e l'applicazione di microchip. Altre prescrizioni riguardano i circhi, l'utilizzo di mezzi ecosostenibili e alternativi ai mezzi a trazione animale, la protezione degli habitat esistenti e la creazione di nuovi habitat nelle aree verdi pubbliche. 

Sanzioni più aspre a carico delle accumulatrici seriali e viene introdotta la figura dei 'tutor', che saranno riconoscibili attraverso un apposito tesserino e che si occuperanno del benessere dei felini a titolo gratuito in luogo delle gattare.
 

Fonte: RomaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obbligo di microchip per i gatti e tutor al posto delle "gattare": che cosa cambia

Today è in caricamento