Sabato, 31 Luglio 2021

Migranti, l'ennesima beffa: "Nessuna sanzione alle Ong che non firmano codice di condotta"

Lo rivela l'Huffington Post citando fonti del Viminale. Ma ci saranno più controlli burocratici

Immagine d'archivio

Abbiamo scherzato? Sembra proprio di sì. Secondo l’Huffington Post, che cita fonti del Viminale, non ci sarà alcuna sanzione per le Ong che non hanno sottoscritto il codice di condotta sui salvataggi dei migranti nel Mediterraneo.

"Non si tratta di una legge, e quindi non si prevedono sanzioni in caso di inosservanza", spiegano dal Ministero degli Interni. Insomma, le Ong che non hanno firmato il documento (ovvero sei delle nove Ong convocate) potranno continuare ad attraccare nei porti italiani senza temere alcun procedimento a loro carico. Dal Viminale fanno però sapere che ci saranno più controlli burocratici che potrebbero rallentare in qualche modo l’attività delle Ong sopracitate: 

"Avremo operative le motovedette consegnate da noi alla Libia poi, previo passaggio parlamentare, avremo anche le nostre navi dislocate in prossimità delle coste. In questo contesto l'attività delle ong sarà maggiormente sotto i riflettori e se qualcosa è stato in passato tollerato, ora non lo sarà più".

Oggi la Commissione Europea ha fatto sapere che chi non firmerà il documento non si vedrà riconoscere la garanzia di portare i migranti salvati nei porti italiani, "ma la legge internazionale continua ad essere valida in tutte le circostanze e richiede che la barca più vicina all’incidente faccia il salvataggio dei migranti e proceda ad un porto sicuro".

Insomma, continuerà a valere il diritto marittimo internazionale, il quale prevede che i migranti siano sbarcati in un porto sicuro, ma non necessariamente il più vicino. 

Fonte: Huffington Post →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, l'ennesima beffa: "Nessuna sanzione alle Ong che non firmano codice di condotta"

Today è in caricamento