L'annuncio shock di Van Damme: "La leucemia è tornata, non ci sono più cure"

Il portiere 27enne del Cercle Brugge in un video su Instagram ha rivelato che stavolta i medici gli hanno concesso poco speranze: "Ma non mollerò mai"

La notizia è delle peggiori. Il portiere Miguel Van Damme, 27 anni, del Cercle Brugge in un video su Instagram ha annunciato la leucemia è tornata, per la terza volta. Stavolta i medici gli hanno concesso poco speranze: "Il trattamento non funziona, e ora l'unica cosa che possono fare è tenermi in vita il più a lungo possibile".

Il numero uno da molto tempo combatte una grave forma di leucemia che lo ha costretto al trapianto di midollo osseo. L'incubo ormai sembrava alle spalle, invece è lui stesso su Instagram ad aggiornare tutti i tifosi che lo hanno sostenuto in questi mesi difficili: "Purtroppo, sono di nuovo qui con cattive notizie. Ieri i risultati della biopsia del midollo osseo hanno dimostrato che la leucemia è tornata nel midollo osseo. Ciò significa che il trattamento che sto ricevendo ora non funziona".

Miguel Van Damme, la leucemia è tornata

Le condizioni sono gravi: "Non ci sono altre opzioni ora, perché ho già avuto tutto quello che posso avere. Non ci sono più trattamenti adesso. L'unica cosa che possono fare per me ora è tenermi in vita il più a lungo possibile, finché qualcuno da qualche parte nel mondo non si presenta con un nuovo trattamento. Purtroppo non c'è ancora". Ora lo attendono 4 settimane di chemioterapia, e se il trattamento sarà efficace "potrebbe darmi un po' di tempo" dice il portiere.

Van Damme non molla: "Per quanto tempo posso continuare così, non lo so. Di certo non mi arrenderò. Sarà molto dura, ma continuo a crederci. Non mi arrenderò mai". Da 4 anni circa Miguel ha dovuto smettere di giocare a calcio per affrontare un altro tipo di partita: non ha nessuna intenzione di perderla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incubo di Van Damme ha avuto inizio nell'estate del 2016 quando, in uno dei test fisici svolti prima del ritiro pre-campionato, scoprì di avere la leucemia. Il suo club gli è sempre stato vicino e lo ha supportato in ogni modo e subito dopo la terrificante scoperta gli ha rinnovato il contratto per altre stagioni, e poi glielo ha sempre rinnovato nuovamente. Un anno dopo la orima diagnosi, il ritorno in squadra, dopo aver vinto la malattia, e in una partita di Coppa del Belgio il tanto atteso ritorno in campo. Nel giugno 2019, però, la ricaduta, con il cancro al sangue tornato a colpire spina dorsale e cervello e il susseguente trapianto di midollo osseo. Ma quando il peggio sembrava alle spalle, ecco una nuova ricaduta nel gennaio 2020 e poi di nuovo pochi giorni fa. Forza.

Fonte: Voetbalprimeur →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento