rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024

La svolta clamorosa: Miss Italia apre alle trans

La figlia del patron del concorso, Patrizia Mirigliani, apre anche alla transessualità: andrebbe modificato il regolamento che nell'articolo 8 richiede il sesso femminile delle partecipanti

Una novità che sicuramente darà avvio a una serie di polemiche: dal 2015 a concorrere per il titolo di Miss Italia potrebbe essere una trans. Una possibilità che inizia davvero a concretizzarsi, in particolare per l'apertura di Patrizia Mirigliani, figlia del patron del concorso Enzo.

Se dovesse davvero avvenire sarebbe necessaria una modifica dell'articolo 8 dello statuto della competizione, dove tra i requisiti per l'ammissione compare la seguente clausola: "essere di sesso femminile sin dalla nascita".

A far scoppiare il caso è stata Vladimir Luxuria, che ha rifiutato di partecipare come giurata al concorso trasmesso in diretta:

Ho chiesto se nel regolamento ci fosse ancora la clausola che vieta la partecipazione a chi ha cambiato sesso, diventando una donna a tutti gli effetto. Quando mi hanno risposto che quella clausola è ancora valida, ho chiesto alla Mirigliani di cambiarla, perché mi sembra discriminatoria. Quando mi è stato detto che non era possibile cambiare il regolamento, ho risposto che non avrei fatto parte della giuria perché credo in certi valori

Fonte: Libero →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La svolta clamorosa: Miss Italia apre alle trans

Today è in caricamento