La moglie è malata di Sla, commercialista ipoteca la casa per finanziare una ricerca

Un commercialista di Benevento è il principale finanziatore di un progetto di studio che coinvolge il Centro Sla di Novara, presso cui è in cura la moglie

foto di repertorio Ansa

Un commercialista di Benevento ha ipotecato la casa per contribuire a raccogliere i fondi per una ricerca internazionale di cui è capofila il Centro Sla dell'azienda ospedaliero-universitaria di Novara dove è in cura la moglie, malata appunto di Sla. Lo riporta l'agenzia Ansa. 

Il commercialista è il principale finanziatore del progetto, a cui aderisce anche il Massachusetts General Hospital dell'Università di Harvard e che è già destinatario di un milione di dollari da un'associazione statunitense. Il particolare è emerso oggi in un incontro alla Fondazione Bpn, durante il quale è stata confermata anche la terza tranche di un finanziamento di 150mila euro complessivi al Centro Sla.

"Senza l'aiuto della Fondazione e di questa persona - ha detto la dottoressa Letizia Mazzini, direttrice del Centro Sla - non avremmo potuto dare il via al progetto. La prima fase si è conclusa positivamente: la biomolecola RNS60 non crea alcun problema. La seconda, sulla sua efficacia, è in fase di completamento e nei prossimi mesi potremo esprimerci su dati precisi. Al momento possiamo solo dire che i pazienti cui è stata somministrata sono più che soddisfatti".

Fonte: Ansa →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento