Lunedì, 17 Maggio 2021
Dopo il dramma / Pavia

La moglie del prof morto dopo il vaccino: "Farò la seconda dose, è l'unico modo per vincere il Covid"

Simona Riussi, 55 anni di Garlasco (Pavia), è la moglie di Sandro Tognatti, l'insegnante di musica di 57 anni di Biella deceduto il giorno dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca

"Credo nella vaccinazione anti-Covid e farò la seconda dose. Mi sembra l'unico modo per vincere il Covid". Ma allo stesso tempo vuole conoscere "la causa della morte di mio marito": lo dice Simona Riussi, 55 anni di Garlasco (Pavia), moglie di Sandro Tognatti, l'insegnante di musica di 57 anni di Biella morto il giorno dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca.

La moglie di Sandro Tognatti: "Consiglio a tutti di vaccinarsi"

Nell’intervista Sandra Riussi racconta che lei e il marito sono stati vaccinati nel pomeriggio di sabato 13 marzo. "Io non ho avuto nemmeno una linea di febbre. Mio marito durante la notte ha accusato una febbre molto alta, sino a 39.5. La domenica mattina è sceso per bere il caffè con i suoi genitori, che vivono vicino a noi. Poi è salito in mansarda a riposarsi. L’ho chiamato al cellulare ma non rispondeva". Sandra Riussi a quel punto è andata dal marito e si è resa conto che non respirava. Ha provato a rianimarlo con l’aiuto degli operatori del 118. Non c'è stato nulla da fare.

"Consiglio a tutti di vaccinarsi, l’ho già detto più volte - afferma la vedova del clarinettista alla Provincia Pavese - Ma non sono un medico: è solo un comportamento che ritengo giusto a prescindere dalla tragedia di mio marito".

L'autopsia sul professore morto dopo il vaccino AstraZeneca

Sarebbe stato un problema cardiaco improvviso a causare la morte di Sandro Tognatti, l'insegnante di musica biellese di 57 anni deceduto domenica scorsa, poche ore dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino anti covid. È ciò che è emerso da un primo riscontro durante l'autopsia eseguita questa mattina. Dall'esame autoptico non sarebbero emersi elementi riguardo a un nesso causale tra la morte del docente 57enne e la dose di vaccino ricevuta. L'esame autoptico eseguito dal medico legale Roberto Testi, in presenza di un consulente nominato dalla famiglia, non ha evidenziato trombosi. A chiarire un'eventuale correlazione o meno dovranno essere gli esami istologici che saranno effettuati nei prossimi giorni.

La morte di Sandro Tognatti e l'inchiesta della procura di Biella

Ieri la procura di Biella ha aperto un procedimento penale per omicidio colposo contro ignoti e ha disposto a scopo precauzionale il sequestro preventivo d'urgenza su tutto il territorio nazionale del lotto ABV5811 del vaccino AstraZeneca cui apparteneva la fiala di vaccino somministrata a Sandro Tognatti. Poi il vaccino AstraZeneca è stato bloccato in via precauzionale e temporanea in tutta Italia su disposizione dell'Ema, in attesa di accertamenti. L'uomo insegnava al conservatorio di Novara. Al momento non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra l'iniezione e la morte dell'uomo. E la prima conferma è arrivata dall'autopsia.

Fonte: La Provincia Pavese →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La moglie del prof morto dopo il vaccino: "Farò la seconda dose, è l'unico modo per vincere il Covid"

Today è in caricamento