Domenica, 17 Ottobre 2021

Mamma Monia vince la battaglia con Facebook: riaperto il profilo del figlio morto

A 23 giorni dalla chiusura del profilo commemorativo del figlio Michael, deceduto a 20 anni in un incidente stradale, la mamma ha ottenuto la riapertura della pagina

L'amore di una mamma è più forte di tutto, anche delle policy di un social nerwork. Monia Groppello è riuscita a vincere la sua battaglia contro Facebook, ottenendo la riapertura del profilo commemorativo per il figlio Michael, scomparso quattro mesi fa a causa di un incidente stradale. Chiuso definitivamente invece il profilo fake in cui erano state postate diverse immagini pornografiche, ovviamente non collegate alla scomparsa del giovane. 

La storia di Monia, raccontata sul Gazzettino da Raffaele Rosa, aveva attirato l'attenzione di molte persone, che hanno inviato alla mamma di Marghera (Venezia) decine e decine di messaggi di solidarietà, cercando di supportare la donna nella lotta per riattivare il profilo social del figlio. Alla fine è arrivata la bella notizia: a 23 giorni dalla chiusura il profilo commemorativo è stato riaperto, mentre quello falso è stato eliminato.Gli amministratori del social network, dopo essersi accorti dell'errore, hanno subito rimediato.

La donna ha raccontato la sua soddisfazione al Gazzettino: “’La gente come noi non molla mai’ diceva sempre mio figlio, era un suo motto, nella vita come in curva. E questo spirito l’ho fatto mio e sono arrivata all’obiettivo minimo. Quando ho rivisto il profilo per la prima volta dopo 4 mesi ho pianto di gioia e non solo per il dolore di aver perso un figlio 20enne”. 

Un caso simile

Una storia praticamente uguale a quella di Monia Grappello sta avvenendo è stata denunciata qualche giorno fa da Consuelo Zoja, mamma di Limena, in provincia di Padova, disperata per la chiusura del profilo della figlia Jessica, deceduta l'anno scorso. 

Fonte: Il Gazzettino →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma Monia vince la battaglia con Facebook: riaperto il profilo del figlio morto

Today è in caricamento