Giovedì, 24 Giugno 2021

"Vince" giardiniere ammalato di cancro: 289 milioni di risarcimento da Monsanto

I giudici si sono espressi all'unanimità a favore di Dewayne Johnson, malato terminale per un linfoma

Un tribunale della California ha condannato il gigante di biotecnologie agrarie Monsanto a pagare 290 milioni di dollari a un giardiniere malato di cancro che ha accusato il colosso dell'agrochimica di non aver avvertito che il diserbante Roundup poteva essere cancerogeno.

I giudici si sono espressi all'unanimità a favore di Dewayne Johnson, malato terminale per un linfoma confermando che il glifosato contenuto nel Roundup e nella versione professionale dello stesso prodotto, RangerPro, ha contribuito "in maniera sostanziale" alla malattia dell'uomo.

Monsanto ha annunciato che ricorrerà in appello, perché secondo i suoi legali il linfoma di cui soffre Johnson si è sviluppato prima che venisse a contatto con le sostanze.

Si tratta della prima sentenza che stabilisce l'effetto cancerogeno del diserbante, ma potrebbe aprire la strada a migliaia di cause contro il colosso dell'agrochimica.

Dal 2015 il glifosato è classificato come "probabile causa di cancro" dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), ma non dalle agenzie europee Efsa (Autorità europea di sicurezza degli alimenti) e Echa (Agenzia europea dei prodotti chimici).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: The Telegraph →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vince" giardiniere ammalato di cancro: 289 milioni di risarcimento da Monsanto

Today è in caricamento