Domenica, 13 Giugno 2021

La Francia "ruba" all'Italia un pezzo di Monte Bianco: "Spostano i confini"

Non è una novità la polemica sui confini tra Italia e Francia sul Monte Bianco, ora è tornata di attualità per un reality televisivo

La Francia sta "rubando" all'Italia un pezzo del Monte Bianco, lo denunciano le guide alpine: "Spostano con le ruspe i cippi per guadagnare metri e cambiare i confini”. Ne parla diffusamente oggi La Stampa in un articolo di Enrico Martinet.

Non è una novità polemica sui confini tra Italia e Francia sul Monte Bianco, ora è tornata di attualità per un reality televisivo.

Era il 1865 quando in Francia disegnarono sulla mappa un confine particolare, un'orecchia, un'enclave che è diventata «legge» senza esserlo, scrive il quotidiano torinese.

Alcune interrogazioni parlamentari negli anni novanta sollevarono la questione, poi il tema è stato messo nel dimenticatoio, ma non da tutti.

Il presidente delle guide alpine della Valle d’Aosta, Guido Azzalea, dice: "Per noi è sempre più difficile lavorare sul versante francese. Poi questa storia dei confini..". L'anno scorso "i francesi con una ruspa - spiega  una guida - hanno spostato il cippo di confine di 150 metri. Come è ovvio che sia è subito tornato al suo posto".

La questione del confine disegnato in maniera un po' troppo "generosa" tiene banco:

Seguendo una logica incomprensibile, se non per l’orgoglio di potersi assicurare l’intera vetta della montagna simbolo del continente, l’inchiostro francese ha vergato sulle mappe del dopo Unità d’Italia qualche ettaro di troppo, abbandonando la naturale linea dello spartiacque.  

Fonte: La Stampa →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Francia "ruba" all'Italia un pezzo di Monte Bianco: "Spostano i confini"

Today è in caricamento