Mercoledì, 22 Settembre 2021

Otto casi di morbillo in ospedale, il sospetto: “Infezione partita da figlia di una coppia no vax”

Succede nell'ospedale Giovanni XXIII di Bari. Secondo la Gazzetta del Mezzogiorno il focolaio epidemico sarebbe scoppiato anche per via della tardiva applicazione dei protocolli previsti dalla legge

Foto di repertorio

Sono otto i casi di morbillo che sarebbero già accertati all'ospedale Giovanni XXIII di Bari. A questo si vanno ad aggiungere un uomo in coma per influenza, il primo caso in Italia, e un nono presunto caso di morbillo. Il terribile bollettino arriva da un articolo di Massimiliano Scagliarini sulla Gazzetta del Mezzogiorno.  Il timore è che si stia sviluppando un'epidemia, partita - ipotizza il quotidiano - per un'applicazione tardiva delle vaccinazioni.

Il primo caso accertato riguarderebbe infatti di una bambina di 10 anni, che i genitori non avrebbero fatto vaccinare. Da lì il virus si sarebbe diffuso, colpendo anche un bimbo di 11 mesi ricoverato nello stesso reparto.

Primo caso di influenza

È in cura a Bari anche il primo caso italiano di influenza, stando a quanto indicato dall'Istituto superiore di sanità: si tratta di un 59enne, ricoverato nel reparto di Rianimazione del Policlinico e attualmente in coma. Un caso attualmente tenuto sotto controllo dalla Asl, anche se non ci sarebbe un pericolo di epidemia per questa tipologia di virus, visto che le segnalazioni rimangono scarne.
L'arma migliore per evitare contagi, però, rimangono i vaccini. Ecco perché pochi giorni fa la Regione aveva lanciato la campagna a favore delle vaccinazioni, visto che nel solo 2017 sono stati 25 i decessi accertati per un virus che ha colpito il 12 per cento della popolazione pugliese.

Fonte: La Gazzetta Del Mezzogiorno →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otto casi di morbillo in ospedale, il sospetto: “Infezione partita da figlia di una coppia no vax”

Today è in caricamento