rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024

Morbillo, già sfondata quota mille casi negli Usa: 2019 da dimenticare

"Il millesimo caso di una malattia evitabile come il morbillo è un promemoria preoccupante dell'importanza" della vaccinazione, ha detto il ministro della Sanità statunitense, Alex Azar

In soli cinque mesi, dall'inizio del 2019, negli Stati Uniti, sono stati registrati 1.000 casi di morbillo: lo hanno annunciato oggi le autorità Sanitarie statunitensi. "Il millesimo caso di una malattia evitabile come il morbillo è un promemoria preoccupante dell'importanza" della vaccinazione, ha detto il ministro della Sanità statunitense, Alex Azar, in un comunicato riportato dalla stampa americana.

"Non lo ripeteremo mai abbastanza: i vaccini sono un modo sicuro e molto efficace per prevenire questa malattia e porre fine all'epidemia attuale", ha aggiunto Azar.

Morbillo, persistente epidemia a New York

La malattia era stata dichiarata "eliminata" nel 2000 negli Stati Uniti, un obiettivo che era stato fissato nel 1966 con l'inizio della vaccinazione. Una malattia può ritenersi debellata in una particolare area geografica in assenza di trasmissione continua per 12 mesi.

Entrando nei dettagli, dallo scorso autunno ad allarmare le autorità Usa è la persistente epidemia nella regione di New York. Analoga è la situaizone nella vicina contea di Rockland. Se l'attuale emergenza proseguirà per i prossimi quattro mesi, secondo la convenzione adottata a livello internazionale, gli Stati Uniti non potranno più ritenersi un Paese che ha "eliminato" il morbillo.

Perché l'aumento dei casi di morbillo nel mondo è molto allarmante 

La vaccinazione obbligatoria decisa dal sindaco di New York all'inizio di aprile nei quartieri della comunità ebraica - la più colpita - è stata un primo pass: la città ha registrato 173 casi in aprile e 60 a maggio, trend in calo.


 

Fonte: NBC News →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morbillo, già sfondata quota mille casi negli Usa: 2019 da dimenticare

Today è in caricamento