rotate-mobile
Sabato, 25 Marzo 2023

Morto in casa da due mesi: Gianni trovato solo "grazie" a una macchia sul soffitto

Storia di solitudine da Treviso. A maggio avrebbe dovuto essere sfrattato dal suo appartamento perché il provvedimento era diventato esecutivo. Tuttavia alla porta del terzo piano l'ufficiale giudiziario non aveva ottenuto risposta quandi aveva suonato il campanello

Una storia di disagio e solitudine. A maggio avrebbe dovuto essere sfrattato dal suo appartamento perché il provvedimento era diventato esecutivo.

Tuttavia alla porta del terzo piano l'ufficiale giudiziario non aveva ottenuto risposta quandi aveva suonato il campanello.

Il motivo era drammaticamente semplice. Gianni Vecchiati, 60anni, di Treviso, figliastro di "nonno Astorre", il clochard gentiluomo, non aveva aperto perché era già morto.

Il corpo è stato trovato ieri, dopo due mesi.

La scoperta è stata fatta soltanto perché  l'inquilina dell'appartamento (nel condominio a due passi dal Put di Treviso), sotto il suo ha dato l'allarme. Continuava a vedere delle chiazze maleodoranti sul soffitto. Ieri ha chiesto aiuto all’amministratrice che ha chiamato la polizia. Quindi la macabra scoperta. Il corpo era riverso ai piedi del letto, come riporta TrevisoToday

Fonte: Treviso Today →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in casa da due mesi: Gianni trovato solo "grazie" a una macchia sul soffitto

Today è in caricamento