Domenica, 18 Aprile 2021

Multa record per l'incendio provocato da un barbecue: "Siamo noi le vittime"

Due studenti universitari dovranno pagare 13 milioni e mezzo di euro per il rogo che lo scorso 30 dicembre distrusse mille ettari di bosco. La difesa: "C'erano altri focolai"

L'incendio divampato a Sorico

"Io e Daniele abbiamo avvertito subito i pompieri e ci siamo lanciati nelle fiamme per cercare di spegnerle. E comunque non è vero che l’incendio è partito dal nostro barbecue, c’erano molti focolai. Spero che al processo venga fuori la verità". Si difende così su La Stampa uno dei due ragazzi accusati di aver causato l'incendio che lo scorso 30 dicembre a Sorico, nel Comasco, distrusse mille ettari di bosco prima di essere domato definitivamente dai vigili del fuoco. Una disattenzione che i due studenti di 22 anni potrebbero pagare caro. 

I carabinieri della forestale hanno infatti notificato ai due indagati e al proprietario di casa, che risponde in solido, una sanzione da 13 milioni e 542mila euro secondo una norma del 2008, che si applica a chi "distrugge o danneggia a mezzo del fuoco, o danneggia la rinnovazione forestale", partendo da un parametro compreso tra 118 e 593 euro ogni cento metri quadrati.

"Siamo diventati il capro espiatorio"

Quel giorno i due ragazzi si trovavano a casa del nonno di uno dei due per festeggiare la fine dell'anno con un gruppo di amici.  Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l'incendio sarebbe partito da una brace accesa in giardino per fare una grigliata, poi complice il vento e il clima secco ha raggiunto il bosco provocando il disastro. "Siamo noi le vere vittime di questa storia" dice uno dei due ragazzi al quotidiano torinese, "siamo il capro espiatorio di un incendio a cui non si sa dare un perché". 

Incendio a Sorico, il legale: "Non esclusa la presenza di altri focolai"

Anche secondo l'avvocato del giovane "non è esclusa la presenza di altri focolai. E in ogni caso la pena deve essere, come sempre, riabilitativa e dotata di un senso. La mia domanda, dunque, è: qual è il senso imporre una sanzione amministrativa di 13 milioni e 542 mila euro sapendo già che i due ragazzi, ancora studenti, non possono pagarla?".

Fonte: La Stampa →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multa record per l'incendio provocato da un barbecue: "Siamo noi le vittime"

Today è in caricamento