Ambientalista ripulisce la spiaggia dai rifiuti: multata di 167 euro

Il suo nome è Ilaria Montis, lavora con un contratto di ricerca da archeologa all'Università del capoluogo sardo. Lei stessa racconta a SardiniaPost come sono andate le cose

E' una vicenda surreale quella raccontata da SardiniaPost.

Una donna che per amore dell'ambiente aveva passato ore del suo tempo libero a raccogliere i rifiuti lasciati da bagnanti maleducati in spiaggia a Piscinas (uno dei litorali più belli dell'isola, è stata multata dalla polizia: 167 euro. Il motivo? "Non residente a Cagliari, conferiva all’interno dei cassonetti stradali buste contenenti rifiuti".

Il suo nome è Ilaria Montis, lavora con un contratto di ricerca da archeologa all'Università del capoluogo sardo. Lei stessa racconta a SardiniaPost come sono andate le cose.

“Domenica sera con un amico ci siamo fermati a fare un tuffo a Piscinas, andando via abbiamo deciso di pulire un po’ la spiaggia, cosa che mi capita di fare spesso, e abbiamo riempito un’intera cassetta di rifiuti vari tra cui bottiglie e flaconi abbandonati da altri bagnanti sulla sabbia. Guardandoci attorno ci siamo resi conto che non c’erano contenitori o cestini, così abbiamo caricato la cassetta in macchina. Il giorno dopo la Polizia di Cagliari mi ha visto mentre gettavo tutto e mi ha fatto la multa perché utilizzavo i cassonetti del comune di Cagliari pur non essendo residente in città".

"E’ vero - continua Ilaria - ho la residenza nel comune di Baratili San Pietro in provincia di Oristano, ma non sapevo di non poter gettare i rifiuti a Cagliari, del resto sui cassonetti non c’è alcun divieto. Sono rimasta sconcertata, ho spiegato che era spazzatura di altri raccolta in spiaggia a Piscinas e che stavo anche differenziando la plastica ma sono stati inflessibili: ho rifiutato di firmare il verbale, uno dei vigili si è alterato e mi ha insultato minacciando di portarmi in caserma e denunciarmi. Ho ritirato la multa, 167 euro da pagare entro 60 giorni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una storia che fa riflettere: la burocrazia è più importante del rispetto della natura?

Fonte: Sardinia Post →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento