rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023

Choc in Messico, nuovo orrore dei narcos: torturati e lanciati da un aereo sulle case

Una guerra sempre più spietata tra i cartelli dei narcotrafficanti. Scioccanti le testimonianze che raccontano di corpi piovuti dal cielo: uno dei cadaveri è stato trovato sulla sommità di un ospedale, mentre gli altri sono atterrati sui tetti di due case

CULICAN (Messico) -  L'orrore dei narcos in Messico non ha confini. Tre corpi sono stati lanciati da un piccolo aereo sulla località di ElDorado, nello stato nord-occidentale di Sinaloa. Come ha confermato l'agenzia Efe, citando fonti della procura, uno dei corpi è stato trovato sulla sommità di un ospedale, mentre gli altri due sono atterrati sui tetti di due case.

Scioccanti le testimonianze di alcuni abitanti della zona, che hanno segnalato la presenza del piccolo velivolo specificando che i "cadaveri piovuti dal cielo sono atterrati in diversi punti". 

La regione di Sinaloa è flagellata da anni dalla guerra dei narcos e solo quest'anno sono già circa 500 i morti nella faida tra Damaso Lopez, conosciuto come “Il laureato”, e i figli di Joaquin "el Chapo" Guzman, estradato negli Usa a gennaio. La banda di El Chapo vive un momento di lotte fratricide tra i figli del boss e Damaso Lopez

Non è la prima volta che i narcos ricorrono a una tale dimostrazione di forza. Secondo quanto riporta Noroeste, nel 2006 i criminali lanciarono sei corpi da un piccolo aereo da turismo sulla zona montuosa di Tepuche, sempre nello Stato di Sinaloa.

Fonte: Noreste →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Choc in Messico, nuovo orrore dei narcos: torturati e lanciati da un aereo sulle case

Today è in caricamento