rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021

E' nato il primo bambino italiano "vitrificato"

Concepito da un ovocita congelato, il piccolo è venuto al mondo il 26 ottobre scorso. "E' una data storica per la medicina della riproduzione italiana"

MILANO - E' venuto alla luce a Milano il primo bambino italiano concepito da un ovocita congelato con la tecnica della "vitrificazione". La madre del neonato, venuto al mondo il 26 ottobre a Milano, ha scelto questa tecnica per preservare la sua fertilità dopo che nel 2008 ha scoperto di avere un carcinoma ovarico che avrebbe potuto mettere a rischio la sua capacità di avere figli. 

Da lì, la scelta di congelare l'ovocita e la splendida notizia della nascita del figlio. "Madre e figlio stanno bene" ha commentato il responsabile clinico dei Centri Genera, Filippo Maria Ubaldi, che ha seguito fin da principio la vicenda. 

Vicenda che partì appunto nel 2008, quando alla donna fu diagnosticato un carcinoma. Malattia che avrebbe potuto compromettere la sua fertilità.  Decise allora di rivolgersi al centro Genera. 

Quest'anno - ripercorre Tgcom24 - superata la malattia, è stata sottoposta a trasferimento di un embrione ottenuto dalla fecondazione degli ovociti criopreservati 5 anni prima. La gravidanza si è instaurata senza problemi e nove mesi dopo, il 26 ottobre, è nato il primo bimbo italiano "vitrificato".

"E' un giorno di grande felicità per il nostro staff - ha detto Laura Rienzi, direttrice del laboratorio di Valle Giulia - ma anche una data storica per la medicina della riproduzione italiana che conferma il suo primato europeo nella crioconservazione ovocitaria".

Fonte: TgCom24 →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' nato il primo bambino italiano "vitrificato"

Today è in caricamento