Mercoledì, 3 Marzo 2021
La tragedia / Nuova Zelanda

Il neonato sbranato dal rottweiler di famiglia

La tragedia è avvenuta a Hamilton in Nuova Zelanda. Il piccolo, a pochi giorni di vita, non è sopravvissuto alle ferite ed è morto in ospedale

Non ha potuto fare altro che stringere a sé il proprio bambino insanguinato. Il suo piccolo, nato pochi giorni prima, assalito dal cane di famiglia, ha provato a lottare con la morte ma non ce l'ha fatta. Protagonista della tragedia è un bambino di pochi giorni sbranato da un Rottweiler di due anni a Hamilton, in Nuova Zelanda. L'intero sobborgo di Enderley è rimasto sconvolto dall'improvviso attacco che il cane di famiglia ha sferrato al piccolo appena nato strappandogli la breve vita. Il bambino è stato immediatamente soccorso dalla madre che l'ha portato all'ospedale di Waikato. I medici hanno fatto tutto il possibile per salvargli la vita ma le ferite erano troppo gravi. Il piccolo non è riuscito a superare la notte ed è morto in ospedale. Il dramma è stato raccontato dai vicini della famiglia colpita che hanno assistito agli attimi immediatamente successivi all'incidente.

Il racconto della vicina 

Una delle vicine, Karen è uscita di casa dopo aver sentito confusione in fondo alla strada. La donna pensava fosse scappato di nuovo il cane dei vicini ma quando si è avvicinata alla madre del piccolo ha scoperto l'amara realtà. La donna stringeva il piccolo completamente insanguinato tra le braccia. La sua disperazione lasciava spazio solo per pochi secondi ai gemiti del piccolo. Seduta sull'erba aspettava piangendo l'arrivo dell'ambulanza. Una scena che la vicina non riesce a togliersi dalla testa. “Una scena orribile, ogni volta che chiudo gli occhi la vedo” ha dichiarato la donna. Karen ha spiegato che il cane che ha aggredito il piccolo era una new entry in casa. La famiglia aveva già un altro cane ma aveva deciso di prendere anche questo. Un animale che finora era sembrato più che altro irrequieto ma mai aggressivo. Era noto in tutto il quartiere per essere fuggito spesso dall'abitazione ma nulla più. Proprio in occasione di una fuga del cane la donna aveva visto per la prima volta il piccolo della vicina. Karen aveva aiutato la coppia di vicini a cercare il cane e una volta trovato le era stato mostrato il piccolo nato da pochi giorni. "Ovviamente lui significava il mondo per lei", ha detto Karen commentando il tragico evento con i cronisti accorsi sul posto. Al momento l'animale è stato sequestrato e affidato al canile municipale di Hamilton.

Il destino del cane 

La responsabile del controllo animale della cittadina, Susan Stanford ha dichiarato che non è stata ancora presa una decisione sul futuro dell'animale. “Il personale ha raccolto il cane e ora è al sicuro presso la struttura di controllo degli animali del comune. Ulteriori decisioni riguardanti l'animale saranno date dalla polizia all'esito delle indagini in corso. Questo è un momento traumatico per tutti i soggetti coinvolti e il nostro pensiero va alle famiglie e alle persone coinvolte” ha dichiarato la Stanford. La tragedia avvenuta a Hamilton non è purtroppo una novità. Secondo i dati in possesso del ministero della Salute neozelandese, tra il 2004 e il 2014 ci sono stati 4.958 attacchi da parte di cani a esseri umani che hanno richiesto il ricovero in ospedali. Purtroppo la maggior parte di questi attacchi avviene ai danni di bambini. Secondo uno studio del ministero, infatti, la maggior parte delle vittime sono bambini con età inferiore ai 10 anni e le aggressione avvengono all'interno delle mura domestiche.

Fonte: Daily Mail →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il neonato sbranato dal rottweiler di famiglia

Today è in caricamento