Giovedì, 23 Settembre 2021

Treni nel caos per la neve, Fs chiede scusa: “Abbiamo commesso degli errori”

Renato Mazzoncini, amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Italiane, ha fatto 'mea culpa' dopo i disagi causati dalla neve: “Queste cose non devono più accadere”

“Dobbiamo delle scuse ai passeggeri. Sono stati commessi degli errori che non ripeteremo. Quando uno sta sette ore in treno c’è poco dire, bisogna solo scusarsi, e attrezzarsi per fare sì che non accada più”. Il 'mea culpa' arriva direttamente dall’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Italiane, Renato Mazzoncini, intervistato da Repubblica sui disagi sulle linee ferroviarie provocati dalle nevicate degli ultimi giorni: “Abbiamo voluto mantenere operativo tutto il servizio invece di ridurlo – spiega – Se blocchi i deviatori devi fissare gli itinerari, e così dove passano 50 treni ne passano 15. Se l’avessimo fatto non sarebbe andata così”. 

Tutti i treni cancellati oggi 1° marzo 2018: gli ultimi aggiornamenti

Così la neve ha paralizzato la rete ferroviaria: "Pagano sempre i pendolari"

“Da Firenze in su tutta la rete è attrezzata per affrontare le emergenze climatiche, tant’è che la circolazione è normale come nel resto d’Europa” prosegue Mazzoncini mentre “il grande freddo nel Lazio non era considerato sistematico. Ma abbiamo imparato la lezione e adesso si cambia”. L’a.d. Di FS annuncia che “abbiamo deciso di inserire nel contratto di programma tra Ministero e Rete Ferroviaria Italiana l’attrezzaggio di tutta la rete laziale con i sistemi antineve e antighiaccio, con un investimento di 100 milioni a regime, metteremo la rete in condizioni di parità con il resto del paese. Nella logica precedente l’investimento era considerato ingiustificato, adesso non lo è più”.

Fonte: La Repubblica →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni nel caos per la neve, Fs chiede scusa: “Abbiamo commesso degli errori”

Today è in caricamento