rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021

Panettiere si finse morto per evadere le tasse: ora muore per davvero

Nel 2010 aveva fatto dichiarare al Fisco di essere morto per poi proseguire tranquillamente la sua attività di panettiere: era però stato scoperto lo scorso luglio dopo un banale incidente d'auto. Ora il cinquantaduenne di Nichelino (Torino) è morto per davvero a causa di un infarto

Destino beffardo per l'uomo che si era finto morto per non pagare la tasse.

Nel 2010 aveva fatto dichiarare al Fisco di essere morto per poi proseguire tranquillamente la sua attività di panettiere: era però stato scoperto lo scorso luglio dopo un banale incidente d'auto - e la storia aveva fatto il giro d'Italia.

Ora il cinquantaduenne di Nichelino (Torino) è morto per davvero a causa di un infarto, come scrive il Sole 24 Ore.

Gli uffici del Comune di residenza avevano accertato che non pagava le tasse da anni. Panettiere a Beinasco e abitante a Nichelino, l'uomo era riuscito a non pagare le tasse per circa tre anni.

L'escamotage per frodare il fisco era stato scoperto indagando su un incidente d'auto in cui il conducente era fuggito, a Nichelino nell'hinterland di Torino, dove l'uomo abita insieme alla sua convivente straniera. Tutto parte da un'auto che va sbattere contro la palina segnaletica di un autobus a Nichelino. L'auto, una Ford Escort, non è assicurata e viene lasciata sul posto perchè troppo danneggiata per ripartire. Alcuni testimoni riferiscono ai vigili che al volante c'è un uomo.

La polizia municipale si mette al lavoro e dopo alcuni appostamenti risale dall'intestataria della vettura all'uomo che vive con lei e che guidava nel momento dell'incidente.

Fonte: Sole 24 Ore →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panettiere si finse morto per evadere le tasse: ora muore per davvero

Today è in caricamento