Lunedì, 1 Marzo 2021

La nipotina di Paolo Borsellino scrive al nonno: "Fossi vivo, quanto ti coccolerei"

Il pensiero della bambina letto da Don Cosimo nell'anniversario della strage di via D'Amelio

Il parroco mostra la lettera della nipote - foto Ansa

"Caro nonno, mi dispiace per il 19 luglio 1992. Certo se tu fossi vivo, avresti capito quanto ti coccolerei. Ti voglio bene, la tua nipotina". A scriverlo è Fiammetta Borsellino, la nipotina di Paolo Borsellino: anche lei, in occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio, ha voluto dedicare un pensiero a quel nonno che non ha mai potuto conoscere. 

Il messaggio è stato letto da Don Cosimo Scordato al termine della messa celebrata stamani nella chiesa di San Francesco Saverio, racconta PalermoToday. Sul foglio, poco sotto il messaggio dedicato al nonno Paolo, la bimba ha disegnato un grande cuore colorato. La grafia è ancora incerta: poche parole ma sincere quelle scritte dalla piccola Fiammetta. 

Via D'Amelio ricorda Borsellino e gli agenti della scorta

Oltre ai figli del magistrato, alla cerimonia erano presenti il prefetto Antonella De Miro, il sottosegretario all'Interno, Stefano Candiani. "Ci sono molti momenti per ricordare - ha detto Fiammetta -. Lo abbiamo fatto ieri in via D'Amelio dove mia nonna ha piantato un albero d'ulivo. E lo stiamo facendo adesso, questa mattina in chiesa partecipando alla cerimonia religiosa".

"Quando assisteva alla messa - ha detto Don Cosimo - era quasi una presenza invisibile, si metteva in ginocchio in segno di dedizione nei confronti del Signore".

Lettera nipote Borsellino-2-2 Lettera nipote Borsellino-2-2


 

Fonte: PalermoToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nipotina di Paolo Borsellino scrive al nonno: "Fossi vivo, quanto ti coccolerei"

Today è in caricamento