rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Il racconto

No-vax rifiuta il ricovero e torna a casa, il primario: "Non si rende conto che potrebbe morire"

L'uomo sarebbe arrivato al pronto soccorso dell'ospedale di Jesolo in gravi condizioni. Ma ha preferito tornare a casa

Ha rifiutato il ricovero ed è tornato a casa. Convinto che il Covid sia solo un'invenzione. Protagonista dell'episodio un no-vax di Portogruaro (Venezia), arrivato in gravi condizioni al pronto soccorso dell'ospedale di Jesolo dopo aver contratto il virus. Nonostante le insistenze dei medici, l'uomo non ha voluto saperne di farsi curare.

"Non c'è stato niente da fare, neppure di fronte al pericolo di morire e di infettare altre persone a lui vicine, si è convinto" ha raccontato al Corriere del Veneto il dottor Lucio Brollo, primario del reparto di Medicina e Cardiologia riabilitativa. "Ha continuato a ripetere che il virus non esiste, non si rende conto che potrebbe morire, non accetta nessuna verità".

Brollo ha anche elencato alcuni dei convincimenti dei no-vax che arrivano in ospedale. Alcuni di loro pensano che nei vaccini "ci siano carbonio, mercurio, microchip" , mentre "gli anziani spesso rivelano di non essersi immunizzati perché i figli non hanno voluto". Non manca anche "chi ammette di non aver ricevuto chiarimenti e rassicurazioni convincenti da parte del proprio medico". Per chi è in prima linea contro il Covid uno spaccato desolante. 

Fonte: Corriere del Veneto →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No-vax rifiuta il ricovero e torna a casa, il primario: "Non si rende conto che potrebbe morire"

Today è in caricamento