Sabato, 6 Marzo 2021

Rifiutava di mettere la mascherina, nonno supporter di Trump muore di Covid

La famiglia ha ricevuto le sue ceneri il giorno dopo che il presidente Usa ha annunciato di essere positivo. Il racconto della nipote: “Non credeva che fosse una cosa seria”

Un uomo di 81 anni del Massachusetts, fervente sostenitore del presidente Trump e convinto che il coronavirus non fosse una cosa seria, è morto dopo aver contratto il virus. 

Stephanie Landaverde ha raccontato al Boston Globe che il nonno, Juan Ciprian, si è rifiutato di seguire le indicazioni per evitare il contagio, mostrandosi poco accorto e andando in giro senza mascherina né altro tipo di protezione. “Ascoltava tutte quelle teorie cospirazioniste, e diceva che Trump aveva detto questo o quello. Non credeva che fosse una cosa seria”, ha spiegato la giovane. La sua famiglia ha ricevuto le sue ceneri il giorno dopo che Trump ha annunciato di essere positivo al coronavirus

Juan Ciprian, sostiene la nipote, è stato l’unico membro della famiglia a non prendere seriamente il virus. Tutti gli altri parenti, a cominciare proprio dalla stessa Stephanie, hanno infatti cercato i tutti i modi proteggere lui e gli altri familiari più a rischio perché immunodepressi o in là con gli anni cercandolo di isolarsi o limitare il più possibile i contatti con l’esterno. 

Nonno Juan ha contagiato altri membri della sua famiglia

Ciprian, che a parte l’età non aveva altri disturbi, ha iniziato a mostrare i primi sintomi il 20 settembre. Tre giorni dopo è stato portato in ospedale, dove è morto il 29 settembre. L’uomo ha contagiato anche la moglie, ricoverata anche lei in ospedale ma sopravvissuta (ora si trova in un centro specializzato dove sta affrontando la riabilitazione), e i genitori di Stephanie, che vivevano nella stessa casa. In tutto sono sette i membri della famiglia della ragazza ad aver contratto il virus ed sono conviti che ad averli contagiati sia stato proprio il nonno Juan. 

Scoprire che anche il presidente Trump era stato contagiato ha aggiunto dolore e sgomento. I membri della sua famiglia, ha detto Stephanie, ora si sentono molto arrabbiati e preoccupati. “Non lo auguriamo a nessuno, nessuno merita di passare tutto questo, di sentirsi così indifesi”, ha detto Stephanie, che ha augurato al presidente di riprendersi quanto prima sperando però che l’essere stato malato lo abbia convinto della pericolosità di questo virus.

La ragazza ha poi voluto condividere un messaggio della madre, Maria: “Tutte le persone che sono state colpite dal Covid-19, che hanno perso il lavoro, che si sono ammalate, meritano di essere ascoltate. Il mio cuore è con il presidente Trump e gli auguro il meglio ma il paese ha bisogno che la smetta con i giochi politici e si ricordi delle persone”. 

Fonte: Boston Globe →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiutava di mettere la mascherina, nonno supporter di Trump muore di Covid

Today è in caricamento