rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021

Obama presidente di "cyber-guerra"

La guerra informatica è sempre più importante nelle strategie militari americane

Il Presidente degli Stati Uniti ha il potere di ordinare degli attacchi informatici preventivi qualora vi fossero prove di una ciberoffensiva imminente contro il Paese: è quanto pubblica il quotidiano statunitense The New York Times, citando fonti legali del Dipartimento della Difesa.

Le nuove linee guida regoleranno infatti la possibilità per le agenzie di sicurezza di monitorare le reti informatiche estere per rilevare i segnali di un eventuale attacco e se necessario - dietro autorizzazione della Casa Bianca - reagire preventivamente anche in assenza di un formale stato di guerra.

La politica risponde all'aumento di personale e risorse dedicato al Cyber Command, i cui effettivi passeranno dagli attuali 900 a 4.900 nei prossimi anni, alla luce dell'aumento degli attacchi informatici contro siti governativi e database di aziende in tuto il mondo.

Fonte: New York Times →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obama presidente di "cyber-guerra"

Today è in caricamento