rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Rassegna Israele

Obama in Israele: "Pace deve arrivare in Terra Santa"

Le prime parole di Obama in terra d'Israele sono state un appello alla pace tra lo stato ebraico e i suoi vicini arabi, in particolare palestinesi

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è arrivato in Israele a bordo dell'Air Force One per la sua prima, storica visita nello stato ebraico.

Le prime parole di Obama in terra d'Israele sono state un appello alla pace tra lo stato ebraico e i suoi vicini arabi, in particolare palestinesi: "La pace deve arrivare in Terra Santa. Non perderemo mai di vista la pace tra Israele e i suoi vicini", ha dichiarato Obama, assicurando che gli Stati Uniti sono "fieri di essere i più forti alleati di Israele".

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha ringraziato Barack Obama per difendere "il diritto di Israele all'esistenza". "Grazie per difendere inequivocabilmente il diritto di Israele a esistere", ha dichiarato Netanyahu durante un breve discorso all'aeroporto Ben Gourion di Tel-Aviv, dove ha accolto il presidente americano.

Il presidente israeliano, Shimon Peres, ha ringraziato Barack Obama per il suo "incrollabile" sostegno allo Stato ebraico. "Un mondo senza la vostra amicizia inviterebbe l'aggressione contro Israele. In tempi di pace, in tempi di guerra, il suo sostegno per Israele è incrollabile", ha detto Peres.

La visita di Obama mira ad allentare le recenti tensioni con lo stato ebraico e nasce sotto gli auspici di appianare le divergenze sul modo in cui affrontare la minaccia nucleare iraniana.

In una conferenza congiunta al termine del suo incontro a Gerusalemme con il presidente israeliano Shimon Peres, trasmessa in diretta tv, Obama ha poi affermato: "I giovani israeliani meritano una vita libera dal terrorismo".
"I sogni dei giovani israeliani sono uguali ai sogni degli altri giovani del mondo, però questi giovani devono superare grandi difficoltà quotidiane". "I vostri giovani - ha proseguito il presidente americano - vogliono essere liberi dai missili che minacciano le scuole e le loro case, vogliono un luogo in cui la scienza e la tecnologia siano al servizio della vita, non della morte, vogliono una vita libera dal terrorismo che ha spesso minacciato gli israeliani. Questo è il futuro che meritano i vostri giovani, questa è una prospettiva che condividiamo entrambi".


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obama in Israele: "Pace deve arrivare in Terra Santa"

Today è in caricamento