rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Buongiorno Today

Buongiorno Today | 25 anni, "grillina", è lei la nuova presidente della Camera?

Le notizie di mercoledì 27 febbraio 2013

La nuova presidente della Camera dei Deputati sarà una ragazza di 25 anni? Bersani propone di dare vita a un "governo per il cambiamento", senza limiti di tempo, centrato sul lavoro e sulla moralità della politica, e ha chiesto in sostanza l’appoggio del Movimento 5 Stelle. Nichi Vendola non può sorridere: il suo tonfo in Puglia segna l'inizio della sua fine politica? Come mai la Lega Nord tiene così bene nell'Italia settentrionale? L'identikit del nuovo Papa: non troppo anziano, non troppo giovane e con un buon vigore fisico. Gli Usa sono pronti ad aiutare in modo diretto i ribelli in Siria. Buongiorno, le notizie di mercoledì 27 febbraio 2013.

Prima Pagina 27 febbraio 2013

LA GRILLINA DI 25 ANNI AL POSTO DI FINI
Il retroscena di Francesco Bei oggi su Repubblica segnala una voce che sta girando in queste ore: la rappresentante del MoVimento 5 Stelle Marta Grande, 25 anni, potrebbe essere la nuova presidente della Camera in caso di "governissimo" Pd+ Movimento Cinque Stelle. "Certo, trovare un attivista del M5S disposto a sedersi sul trono di Montecitorio non sarà facile. Ma nel Pd hanno già messo gli occhi sulla giovanissima Marta Grande, la grillina spedita a commentare i risultati in diretta tv. A quel punto un esponente del Pd, Anna Finocchiaro, si andrebbe a sedere sullo scranno più alto di palazzo Madama". Link: Repubblica (edizione cartacea)

bersani-7BERSANI APRE A GRILLO
Bersani la prima mossa l'ha decisa in perfetta solitudine, scrive La Stampa: "Sfidare Grillo con un’offerta tale da non poter esser rifiutata senza imbarazzo: un poker di riforme radicali sui costi della politica, il dimezzamento del numero dei parlamentari, il conflitto di interessi, norme anticorruzione. Un pacchetto di mischia da dare in pasto all’antipolitica militante per mettere alla prova il comico genovese e il Movimento 5 stelle: che se accettasse, attraverso la formula della «non sfiducia», cioè uscire dall’aula al momento del voto, potrebbe dare il suo via libera ad un governo di minoranza della coalizione che ha vinto di un soffio le elezioni. Una strada impervia, irta di ostacoli politici, istituzionali, numerici, che lascia perplessi molti big del Pd, viste le insidie che comporta" Link: La Stampa

L'AUTUNNO DI NICHI VENDOLA
vendolaMeno della metà dei voti. Il risultato di Nichi Vendola in Puglia è il racconto del tonfo di Sinistra ecologia e libertà nella sua roccaforte principe – quella regione che in campagna elettorale è stata sbandierata come modello di buon governo, un esempio da seguire, il quartiere generale dal quale la nuova sinistra poteva irradiarsi verso il resto del paese. Non è andata così. In Puglia il centrosinistra perde più del 44 per cento dei voti che aveva conquistato cinque anni fa. I numeri dicono che Sel non raggiunge il 7 per cento pieno. Che è più del doppio del dato nazionale, è vero. Ma le aspettative di Vendola e compagni (e non solo le loro) erano altre. Perché alle regionali del 2010, Sel raggiunse il 9,7 per cento. Che, sommato al 5,5 per cento della lista del governatore Puglia per Vendola, fa 15,2 per cento. Più del doppio dei voti raccolti oggi. Link: Europa

zingaretti-2-2MARONI E ZINGARETTI, A VOI
"Missione compiuta". Questo il commento del leghista Roberto Maroni, nuovo presidente della Regione Lombardia. "È un risultato bellissimo, una bella responsabilità", ha detto nel Lazio Zingaretti entrando al quartier generale a piazza di Pietra da "vincitore". "Ringrazio Storace per gli auguri, si è battuto in questa campagna elettorale". Gli sfidanti Ambrosoli e Storace hanno ammesso la sconfitta già nel primo poemriggio di ieri. Come mai la Lega Nord tiene così bene nell'Italia settentrionale? Al Nord la sinistra non vince, nonostante tutto. L'analisi del Foglio

L'IDENTIKIT DEL NUOVO PAPA
"Che ci voglia un Papa non troppo anziano e con un buon vigore fisico, ce l’ha indicato Benedetto XVI nel suo discorso di rinuncia. Che non debba essere troppo giovane lo ripetono in molti dei miei confratelli, per evitare un pontificato di trent’anni. Che serva un Pontefice in grado di riformare la Curia lo cupola san pietro-2pensano in tanti. Che i fedeli attendano un Papa pastore in grado di proporre il messaggio positivo, lo sappiamo bene tutti". Il cardinale che si prepara a entrare in conclave tormenta con le mani un’antica stilografica d’argento. Sa bene di non essere "papabile". Anche lui, come hanno già fatto altri porporati elettori in dialoghi privati o pubbliche interviste, sintetizza in pochi tratti l’identikit del successore ideale di Benedetto XVI. Link: La Stampa

siria-2-2SIRIA, C'E' LA SVOLTA
Dopo decine, forse centinaia, di migliai di morti, finalmente la svolta nella guerra in Siria appare davvero dietro l'angolo.  Era nell’aria, c’erano stati segnali ma ora la svolta sembra davvero vicina. Gli Usa sono pronti ad aiutare in modo diretto i ribelli in Siria. Per ora non si parla ancora di armi - a quelle ci pensano gli amici arabi - ma di veicoli protetti, corpetti anti-proiettile, rifornimenti e addestramento. Secondo il Washington Post, che ne ha dato notizia nella serata di martedì, il segretario di Stato John Kerry ne discuterà con gli alleati nel corso del vertice sulla Siria in programma il 28 a Roma. Come si usa dire in queste situazioni il progetto «è in fase di valutazione», tuttavia è evidente che gli Usa siano pronti ad una svolta importante. Link: Corriere

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | 25 anni, "grillina", è lei la nuova presidente della Camera?

Today è in caricamento