rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Buongiorno Today

Buongiorno Today | Sauna gay imbarazza il Vaticano, Apple lancia l'iPhone da 200 dollari

Le notizie di lunedì 11 marzo 2013

Il rapporto tra il Movimento di Grillo e Pd appare sempre più difficile: inizia una settimana decisiva. L'ex ministro dell'Economia Giulio Tremonti è indagato a Roma per finanziamento illecito. Venti di guerra nella pensiola coreana, Pyongyang parla di "battaglia finale". Imbarazzo in Vaticano per un affare immobiliare negli stessi locali in cui c'è la sauna gay più famosa d'Italia. Christine Quinn potrebbe essere il primo sindaco di New York omosessuale dichiarata. Apple cambia, arriva l'iPhone di plastica, da 300 euro circa. Buongiorno, le notizie di oggi lunedì 11 marzo 2013.

Prima Pagina 11 marzo 2013

grilloNESSUN PATTO PD-CINQUE STELLE ALL'ORIZZONTE
Nessun patto sulle presidenze delle Camere, "noi non facciamo accordi di questo tipo, proporremo e voteremo il nostro candidato ma non facciamo accordi per ottenere qualcosa in cambio di qualcos’altro". Meno che mai l’appoggio a un governo Pd: "Al presidente Napolitano chiederemo un governo del Movimento 5 Stelle". Al termine dell’incontro tra neo-eletti a Cinque stelle, ieri a Roma, il capogruppo al Senato Vito Crimi - il solo, con la collega della Camera Roberta Lombardi, titolato a parlare - chiude una volta di più al dialogo coi democratici. E il rapporto tra il Movimento di Grillo e Pd appare sempre più difficile. Fuori dai partiti, continuano pressioni perché il Movimento del comico genovese e il Partito democratico riescano a trovare una forma di convivenza. Insiste don Andrea Gallo, il prete di strada di Genova, "ho detto a Beppe: fate una tregua da sei mesi a un anno, dando il tempo al Paese di maturare e di tirare su la testa". Grillo in un tweet minaccia di ritirarsi dalla vita politica in caso venga data la fiducia a un governo Bersani. Link: La Stampa  e Messaggero

GIULIO TREMONTI INDAGATO PER ILLECITO
tremonti-3L'ex ministro dell'Economia Giulio Tremonti è indagato a Roma per finanziamento illecito di parlamentare in relazione alla ristrutturazione gratuita dell'appartamento di via del Campo Marzio, a pochi passi dal Parlamento, affittato dal deputato Pdl Marco Milanese e abitato, fino all'estate del 2011, dall'allora titolare del dicastero dell'Economia. "Ho totale fiducia nella magistratura inquirente - ha detto Tremonti all'Ansa - che penso abbia dovuto agire nello sviluppo dell'attività istruttoria su Sogei. Sono naturalmente interessato a fornire ogni chiarimento". L'iniziativa giudiziaria è del pm Paolo Ielo e la decisione dell'iscrizione nel registro degli indagati è stata anticipata dal tg di La7. Il caso prende spunto dagli accertamenti sugli appalti della Sogei. Secondo il magistrato l'imprenditore Angelo Proietti, titolare della Edil Ars e autore di moltissimi lavori su immobili di proprietà del Vaticano e più volte prestatore d'opera per la Sogei (società interamente controllata dall'Economia) avrebbe pagato con fondi propri, tra il 2008 ed il 2009, i 250mila euro di lavori eseguiti nell'immobile di 200 metri quadrati di via del Campo Marzio per mettersi in buona luce nei confronti del ministro e per consolidare il legame con Milanese. Link: Sole 24 Ore

corea del nord-2COREA, VENTI DI GUERRA
Corea del Sud e Stati Uniti hanno dato il via lunedì, nella notte italiana, alle esercitazioni militari congiunte "Key Resolve", nel mezzo delle tensioni nella penisola coreana in netto aumento a poche settimane dal test nucleare di Pyongyang. La Corea del Nord ha bollato le manovre come "provocazione" e come piano per "una vera e propria invasione", minacciando di "stracciare" l'armistizio siglato per chiudere la guerra di Corea (1950-53) e di assestare un "attacco preventivo di armi atomiche" contro gli Stati Uniti. La prima minaccia è stata attuata dopo qualche ora: Pyongyang considera l'armistizio del 1953 con la Corea del Sud "completamente nullo da oggi", riporta un commento del Rodong Sinmun. Il quotidiano del Partito dei lavoratori nordcoreano precisa anche che "è tempo per la battaglia finale", e che "il Popolo i soldati, l'intero Paese è in prima linea". Le forze armate di Pyonguang fanno sapere di aspettare solo "l'ordine finale" del leader supremo Kim Jong-un per lanciare un attacco, per "trasformare in un batter d'occhio i regimi marionetta degli Stati Uniti e della Cora del Sud in un mare di fuoco", riferimento all'uso di ordigni nucleari. LInk: Corriere

LA SAUNA CHE IMBARAZZA IL VATICANO
vaticano-6"Al civico 2 di via Carducci, nel cuore della città umbertina - scrive Bonini su Repubblica -  a un centinaio di metri dal ministero dell'Economia, un palazzo nobiliare dall'elegante atrio e dalle grandi finestre tiene insieme, tra le stesse mura, la Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli (Propaganda Fide) e la più grande sauna gay d'Italia. Non solo. Custodisce i segreti di una singolare operazione immobiliare costata al Vaticano 23 milioni di euro, caldeggiata dal cardinale e Segretario di Stato Tarcisio Bertone, conclusa con grande soddisfazione e importanti plusvalenze da una società di Busto Arsizio, ma con nessun vantaggio fiscale per le casse dello Stato che, a questo complesso immobiliare acquistato dalla Congregazione ha riconosciuto l'extraterritorialità e dunque l'intangibilità e la totale esenzione fiscale che i Patti Lateranensi assicurano ai luoghi di culto." Link: Repubblica

NewYorkNEW YORK, SINDACO GAY PER IL DOPO-BLOOMBERG
La città di New York sta per mettere a segno un’altra conquista nella battaglia per i diritti civili. Christine Quinn ha ufficialmente lanciato la sua candidatura alle primarie del partito democratico in vista della corsa alla poltrona di sindaco del prossimo novembre. Nel caso di vittoria, Quinn sarebbe, non solo la prima donna, ma anche il primo omosessuale dichiarato a guidare la Grande Mela. L’annuncio della candidatura da parte dell’attuale speaker del Consiglio comunale di New York è arrivato nei classici 140 caratteri su Twitter "Corro per diventare sindaco perché amo questa città, è il posto più importante del mondo", spiega in un videoclip allegato al proprio "cinguettio". E per convincere i newyorchesi la democratica ha già avviato un tour "walk and talk", ovvero un dibattito itinerante in ogni quartiere della città, e che terminerà poco prima delle primarie di settembre. Il cavallo di battaglia della sua campagna è garantire alla classe media e operaia le stesse opportunità che New York diede ai suoi genitori quando si trasferirono nella City. Link: La Stampa

IPHONE LOW COST, RIVOLUZIONE APPLE
Apple stravolge se stessa: si converte al low cost, per inseguire i nuovi mercati nei paesi emergenti, corteggiare un miliardo di potenziali consumatori cinesi e indiani dei suoi prodotti. Per Steve Jobs sarebbe stato un controsenso, quasi un insulto nei confronti della sua filosofia personale. La sua filosofia era un misto di zen, sofisticata eleganza, perfezionismo. Ma i tempi cambiano a una rapidità spaventosa. L'iPhone 6 aspetterà per far posto alla presentazione di un'altra novità, quasi agli antipodi: il primo iPhone lowcost, per l'appunto. Un oggetto da 300 dollari al massimo, forse disponibile in versioni sotto i 200 dollari. Con un "guscio" di policarbonato e materie plastiche in sostituzione del vetro e alluminio (più costosi) usati finora. Il primo smartphone low cost progettato nel quartiere generale di Cupertin dovrà partire all'assalto di un mercato stimato a 135 miliardi di dollari di vendite nel 2013. È il mercato che finora Apple aveva snobbato: quello dei ceti medio-bassi, dei consumatori attenti al budget. Jobs aveva sempre curato la fascia alta, puntando su un'immagine preziosa, esclusiva, raffinata. Link: Repubblica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | Sauna gay imbarazza il Vaticano, Apple lancia l'iPhone da 200 dollari

Today è in caricamento