rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022

Buongiorno Today | Napolitano in visita da Obama, la polizia accusa Pistorius

Le notizie di Venerdì 15 Febbraio 2013

Barack Obama incontrerà oggi il capo dello Stato italiano, Giorgio Napolitano, per consolidare la partnership economica e commerciale tra le due sponde dell'Altantico. Piazze gremite in 200 paesi per dire basta alla violenza sulle donne. Berlusconi zittito da Gustavo Piga: “Mazzette necessarie? Forse 20 anni fa. Oggi i contratti internazionali premiano anche i più bravi”. La polizia accusa Pistorius di omicidio, l’altleta sudafricano continua a negare sostenendo la dinamica dell’incidente. Diversi i nomi associati ai nuovi vertici dello Ior, padre Federico Lombardi: “E’ plausibile che nei prossimi giorni ci sia la nomina ufficiale”. Buongiorno con le notizie di Venerdì 15 febbraio 2013.

Prima Pagina 15 Febbraio 2013

NAPOLITANO IN VISITA ALLA CASA BIANCA
MostraImmagineFoto.aspx-3L’incontro previsto oggi tra il presidente Giorgio Napolitano e Barack Obama è stato introdotto ieri dalla portavoce della Casa Bianca Caitilin Hayden, con l’auspicio che il prossimo governo italiano continui “ad essere una voce efficace in Europa per promuovere la crescita e il lavoro in tutta l'Europa”. L’incontro “sarà per Obama l'opportunità per ringraziare Napolitano per la sua carriera lunga e piena di successi” ha poi spiegato Hayden. Tra i temi che saranno discussi non mancherà quello di un consolidamento della partnership economica e commerciale tra le due sponde dell'Altantico: “Noi vediamo un grande potenziale di benefici per entrambi nelle relazioni tra Usa e Ue ed è per questo che il presidente ha deciso di avviare i negoziati per un trattato per un'area di libero scambio”, ha concluso la portavoce riferendosi all'annuncio fatto da Obama durante il discorso sullo stato dell'Unione. Il Sole 24 Ore

BERLUSCONI E L’ELOGIO DELLE TANGENTI
o.137694-2Il recente commento del cavaliere sulla vicenda Finmeccanica, secondo cui gli affari nei paesi in via di sviluppo si concliderebbero a suon di mazzette, ha attirato la reazione di Gustavo Piga, economista ed esperto Ocse su appalti e trasparenza: “Usa, Francia e Inghilterra negli ultimi anni hanno fatto passi da gigante per punire le loro company coinvolte in episodi di corruzione, compiendo sforzi normativi importanti – ha ricordato Piga -. Le dichiarazioni di Berlusconi sono vecchie, forse erano vere 20 anni fa. Oggi i contratti internazionali premiano anche i più bravi”. Il Fatto Quotidiano

200 PAESI IN PIAZZA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
One-Billion-rising-i-video-dal-mondo_h_partb-2Nella giornata di ieri milioni di persone hanno manifestato in piazza per dire basta alla violenza sulle donne. Uomini e donne di oltre 200 paesi hanno infatti danzato nelle piazze del mondo nella giornata di San Valentino indossando delle magliette rosse per ricordare le ferite inflitte a chi non può difendersi. Diversi flash mob sono stati organizzati per l’occasione mentre in Italia le piazze più gremite sono state quelle di Roma, Palermo, Napoli, Bologna e Firenze. La Repubblica

ACCUSA DI OMICIDIO PER OSCAR PISTORIUS
OSCAR-PISTORIUS-UCCIDE-LA-FIDANZATA-7-2Il dramma di Oscar Pistorius, che sparando in casa ha colpito e ucciso la propria fidanzata Reeva Steenkamp, potrebbe non essere stato un incidente. “Pensavo fosse un ladro” ha provato a spiegare l’atleta sudafricano, diversa l’idea della Polizia che starebbe considerando un coinvolgimento diverso di Pistorius nella vicenda. Secondo acune indiscrezioni, trapelate sui media sudafricani, Pistorius si troverebbe “in forte stato di choc”, sin dal momento in cui la polizia è arrivata a casa sua. Quattro i colpi di pistola sparati: il corpo della fidanzata di Pistorius avrebbe riportato ferite alla testa e sul corpo. Corriere della Sera

VERTICI IOR, IN POLE IL BELGA BERNAND DE CORTE

ior-258-2Qualcosa si muove nei piani alti dello Ior: diversi i nomi associati ai nuovi vertici dell’istituto bancario: entrano nel Consiglio di Amministrazione Ernest von Freyber - sostituendo Ronaldo Hermann Schmitz - ed il belga Bernand De Corte, che potrebbe assumere la presidenza della banca vaticana. Si tratta di una delle ultime nomine del pontificato di Ratzinger, anche se a farla sarà la Commissione cardinalizia che sovraintende allo Ior. “È plausibile che nei prossimi giorni ci sia la nomina ufficiale del presidente dello Ior - ha dichiarato il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi -. Era un processo avviato da molto tempo e non vedo perché debba essere interrotto se il Papa ha annunciato le sue dimissioni”. La Stampa


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | Napolitano in visita da Obama, la polizia accusa Pistorius

Today è in caricamento