rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Buongiorno Today

Buongiorno Today | Il fisco sbircerà nel tuo conto corrente per capire se evadi

Le notizie di martedì 26 marzo 2013

All'interno del Partito democratico è in corso una battaglia tra chi sta con Bersani e chi vuole l'accordo con il Pdl. Se Bersani fallisce, via a un governo che durerà solo nove mesi. Dell'Utri condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, il pg chiede l'arresto per il pericolo di fuga. Per tanti consiglieri comunali, assessori, presidenti di Regione e su fino ai parlamentari, il biglietto omaggio è proprio un diritto. Il Fisco potrà avere accesso ai conti correnti di tutti i cittadini. Un teenager inventa una app e la vende a Yahoo per 30 milioni di dollari. Buongiorno, le notizie di martedì 26 marzo 2013.

Prima Pagina 26 marzo 2013

Pierluigi Bersani-2PARTITO DEMOCRATICO DIVISO IN DUE
Negli ultimi giorni si è venuta a creare una violenta battaglia all’interno del Pd che ha avuto l’effetto di dividere il centrosinistra in due fronti che più distanti non potrebbero essere. Da una parte si trova Bersani. Dall’altra si trova il partito di Napolitano. Un partito che punta a spingere il Pd a un accordo col Pdl (con o senza Bersani) e che da qualche tempo vede come primo tesserato Matteo Renzi. Per il momento i due partiti si annusano, si studiano e si osservano senza scontrarsi apertamente, perché tutti attendono di vedere che fine farà l’incarico di Bersani. Ma nell’attesa sui due fronti qualcuno ha cominciato a capire che i colpi finora sparati a salve potrebbero trasformarsi presto in proiettili letali per il corpo del Pd. “E’ inutile negarlo – dice al Foglio Roberto Reggi, braccio destro di Renzi alle primarie – nel Pd ci sono due partiti nel partito. Uno, in caso di fallimento di Bersani, vuole le elezioni. L’altro semplicemente no. Ecco. Noi siamo per il partito del semplicemente no”. Link: Il Foglio

UN GOVERNO "A BASSA INTENSITA' POLITICA"
Renzi-7-5Ha già un nome: «Governo a bassa intensità politica». E un programma preciso e delimitato: riforma elettorale, riforma del finanziamento pubblico dei partiti, riduzione dell'Imu per determinate fasce di cittadini e (ovviamente) approvazione della legge di stabilità. Questo governo dovrebbe prendere il via nel caso in cui il tentativo di Pier Luigi Bersani dovesse fallire; dovrebbe durare otto-nove mesi, non di più. Giusto il tempo che serve per mandare in porto i punti programmatici. Lo voterebbero Pd, Pdl, Scelta civica e chiunque altro sia interessato a questo ennesimo tentativo di far uscire dalle secche la politica italiana. Una road map così concepita consentirebbe a Renzi di candidarsi alle primarie nel tardo autunno e di riuscire a non bruciarsi perché i tempi delle elezioni si allungano troppo. Il sindaco di Firenze dovrebbe comunque avere un competitore perché non è sua intenzione, come ha ripetuto più volte, «farsi cooptare» dai maggiorenti del Pd: «Non ci penso proprio». Link: Corriere

Marcello-DellUtri-3DELL'UTRI CONDANNATO, PERICOLO DI FUGA
La Corte d'Appello di Palermo ha condannato  l'ex senatore Pdl Marcello Dell'Utri imputato di concorso esterno in associazione mafiosa confermando la pena di 7 anni.  Secondo l'Ansa e l'Agi il pg Luigi Patronaggio ne avrebbe chiesto l'arresto, paventando il pericolo di fuga. Non è ancora nota la decisione della Corte. La sentenza che ha condannato oggi l'ex senatore del Pdl giunge a 17 anni dall'avvio delle indagini, aperte nel 1994 dalla Procura di Palermo e sfociate nell'ottobre del 1996 nel rinvio a giudizio. Il primo processo, apertosi il 5 novembre del 1997 davanti al Tribunale di Palermo presieduto da Leonardo Guarnotta, era durato sette anni e si era concluso l'11 dicembre del 2004 con la condanna dell'imputato a nove anni per concorso esterno in associazione mafiosa, più due anni di libertà vigilata, l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e il risarcimento per le parti civili, il Comune e la Provincia di Palermo. Sulla circolazione delle notizia relative alla richiesta di arresto il neo-presidente del Senato, Pietro Grasso, intervenuto alla trasmissione "Piazza pulita" su La7, si è detto "stupito": "Non credo che Dell'Utri scappi - ha detto Grasso - ma è una normale prassi cautelativa procedere alla richiesta di arresto e poi diffondere la notizia". Link: Repubblica

stadio_san_paoloIL POLITICO NON PAGA MAI
Non c’è nemmeno bisogno del trito e ritrito "lei non sa chi sono io". Per tanti consiglieri comunali, assessori, presidenti di Regione e su fino ai parlamentari, il biglietto omaggio è proprio un diritto, sancito in convenzioni e statuti. E non c’è spending review che tenga. Allo stadio Olimpico o a San Siro, al Gran Premio di Monza, alla prima del Teatro Regio di Torino o al Massimo di Palermo, i politici continuano a usufruire di benefit, inviti istituzionali, posti riservati. Insomma, entrano gratis, e talvolta si portano pure familiari e amici. Privilegi della casta duri a morire. Da Milano a Palermo, con regole, norme e consuetudini diverse, per deputati, sindaci, assessori e consiglieri comunali c'è quasi sempre un tagliando a disposizione per vedere il calcio, un concerto o uno spettacolo teatrale. E, spesso, la motivazione è che lo stadio è del comune. Qualche società (Juvenrus, Roma, Torino) ha stretto i cordoni, ma i vip della politica  trovano sempre posto. Link: Repubblica

fisco-2MAI PIU' SEGRETI CON IL FISCO
Parte l'Anagrafe dei rapporti finanziari. Banche, Poste e società di gestione e intermediazione del risparmio dovranno comunicare entro il prossimo 31 ottobre all'Agenzia delle Entrate tutti i dati sui conti correnti, le movimentazioni degli stessi, gli investimenti, l'utilizzo delle carte di credito e perfino delle cassette di sicurezza riferiti al 2011. Per quelli del 2012 il termine è il 31 marzo 2014 mentre per gli anni 2013 e seguenti le comunicazioni dovranno avvenire entro il 20 aprile dell'anno successivo. Con il provvedimento firmato ieri dal direttore dell'Agenzia, Attilio Befera, diventa così operativo il sistema, previsto dal decreto salva Italia del dicembre 2011, che di fatto annulla il segreto bancario consentendo al Fisco di incrociare i dati sui conti correnti con le dichiarazioni dei redditi per scovare più facilmente gli evasori. Link: Corriere

TEENAGER VENDE APP A YAHOO PER 30 MILIONI
nick-dalisioSi possono guadagnare 30 milioni di dollari con un’invenzione geniale e non poterne spendere direttamente neanche uno? Sì, se hai solo 17 anni, sei uno studente di Londra alle prese con gli A-Levels e devi affidarti (per legge) ai tuoi genitori per gestire la mega cifra che un colosso come Yahoo! ha deciso di spendere per il tuo giochino. È quello che sta capitando a Nick D’Aloisio, teenager di Wimbledon, con chiare ascendenze italiane e buona parte della breve vita trascorsa in Australia. Il «giochino» è Summly, la app per smartphone che riassume le notizie in 400 caratteri: Yahoo! fa sapere che la userà «per raggiungere una generazione di utenti mobili che desiderano informazioni in movimento». Lui, Nick, la app l’aveva già inventata a 15 anni: si chiamava Trimit, e l’idea gli era venuta facendo ricerche su Google per gli esami di storia: troppe informazioni, troppa dispersione, niente ordine né sintesi. Da qui l’idea: un algoritmo che asciuga i testi riassumendone l’essenziale Link: Corriere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | Il fisco sbircerà nel tuo conto corrente per capire se evadi

Today è in caricamento