rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Buongiorno Today

Buongiorno Today | Il piano di Matteo Renzi per prendersi il Pd

Le notizie di giovedì 28 febbraio 2013

Quasi tutti i giornali aprono quest'oggi con lo scontro Grillo-Bersani. Il leader Cinque Stelle rispedisce al mittente la mano tesa del segretario Pd: "E' un morto che parla". Si torna a parlare di un nuovo governo tecnico, guidato da Ignazio Visco. Che cosa farà Matteo Renzi nei prossimi mesi? Chi lo conosce bene ha le idee chiare. Maxi-liquidazioni e vitalizi per i trombati eccelllenti delle ultime elezioni: Sergio Rizzo racconta sul Corriere i casi più eclatanti. Un operaio è morto e un altro è rimasto ferito in un incidente all'Ilva di Taranto. Ultimo giorno di pontificato di Joseph Ratzinger: alle 17 vola via in elicottero. Buongiorno, le notizie di giovedì 28 febbraio 2013.

Prima Pagina 28 febbraio 2013

grillo-5-2GRILLO-BERSANI, ALTRO CHE INTESA
Beppe Grillo torna a fare Beppe Grillo e rispedisce al mittente la mano tesa di Pier Luigi Bersani, chiarendo che il suo Movimento non darà mai la fiducia ad un governo a guida Pd. Ma la base rumoreggia e così il leader genovese, sempre via Web, addolcisce un po’ i toni, ribadendo la sua disponibilità a votare alcuni provvedimenti. Il leader di M5S abbandona i toni moderati di ieri e nel rigettare l’offerta del Pd attacca a testa bassa, al limite dell’insulto, il segretario democratico. "Il M5S non darà alcun voto di fiducia al Pd. Voterà in aula le leggi che rispecchiano il suo programma chiunque sia a proporle", premette il blogger genovese. Che non si limita a respingere l’offerta del segretario, ma si diverte a chiudergli la porta in faccia: sul post del suo blog , dal significativo titolo "Bersani, morto che parla". Link: Stampa

DI NUOVO UN GOVERNO TECNICO?
parlamento_italiano-2In 67 anni di Repubblica un post-elezioni così enigmatico e così incerto non c’era mai stato e in queste ore il compito di provare ad aprire un primo varco se l’è preso il leader del partito di maggioranza relativa, Pier Luigi Bersani.  Il segretario del Pd ha fatto la prima mossa, l’apertura a Grillo e su questa linea intende giocarsi le sue carte, ma in attesa che i partiti (compreso il Pdl) completino il loro lavoro istruttorio, sono iniziati a tutti i livelli i primi sondaggi per una soluzione diversa. Di tipo tecnico. Una soluzione di emergenza che si imporrebbe nel caso in cui i partiti non trovassero la «quadra» e lo spread tornasse ad impennarsi. A quel punto la palla tornerebbe nelle mani del Capo dello Stato, al quale non resterebbe che esplorare la strada per un nuovo «Governo del Presidente». Nelle ultime ore un primo, informalissimo sondaggio è stato compiuto per verificare la (eventuale) disponibilità di Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia Link: Stampa

matteo-renzi-3CHE COSA FARA' MATTEO RENZI?
Che farà adesso il sindaco di Firenze? Come si muoverà? Che strada prenderà? Tornerà in campo? Resterà a Firenze? Non farà nulla? Roberto Reggi, che Matteo Renzi lo conosce bene e che con lui ha condiviso la battaglia delle primarie (era il suo braccio destro), un’idea su quello che il Rottamatore combinerà nei prossimi mesi ce l’ha e prova a sintetizzarla così al Foglio. “Ve lo dico io che cosa farà Matteo: farà come i gatti. Sapete quei gatti che ogni tanto se ne vanno via per far sentire la loro mancanza e poi tutti vanno lì a cercarli in lacrime chiedendogli di tornare e di rifarsi vivo? Ecco, io credo che con Matteo andrà proprio così”. Renzi nei suoi colloqui privati ha definito come “molto probabile” l’ipotesi che entro metà marzo sia qualcun altro, al posto di Bersani, a prendersi sulle spalle l’onere di formare un nuovo governo. . “Se si andrà a votare presto e magari anche a giugno – continua Reggi – e se il Pd chiederà a Renzi di scendere in campo, senza altre primarie, io credo sia la cosa più naturale al mondo che Matteo dia la sua disponibilità per guidare il centrosinistra”. Link: Il Foglio

LE RICCHE LIQUIDAZIONI DEI TROMBATI
fini 2-3-2Teodoro Buontempo, trombato alle elezioni della Camera, porta a casa doppio vitalizio. Deputato per cinque legislature, si è ritrovato assessore della Regione Lazio nel momento in cui si cancellavano per legge i vitalizi (naturalmente dal giro successivo), ma estendendo contemporaneamente quel beneficio ai componenti della giunta. Avendo avuto Buontempo due vite politiche, ecco che gli spettano due vitalizi. Un'assurdità in piena regola, però mai corretta. In Italia almeno 200 ex politici cui spetta doppia razione. Fini potrà conservare per dieci anni, al pari dell'ex presidente del Senato e dei suoi predecessori, un ufficio a Montecitorio, da due a quattro collaboratori e la possibilità di utilizzare l'auto blu in determinate circostanze. L'articolo di Rizzo sul Corriere  Link: Corriere

DRAMMA ALL'ILVA
Un operaio è morto e un altro è rimasto ferito in un incidente all'Ilva di Taranto nelle prime ore di oggi. A quanto si è saputo, l'incidente è avvenuto alla batteria 9 delle cokerie. L'incidente, che sarebbe stato causato dal crollo di ponteggio, si è verificato alle 5 del mattino. La vittima aveva 42 anni. L'altro ferito non sarebbe in pericolo di vita. L'operaio morto si chiamava Ciro Moccia, aveva 42 anni ed era un dipendente dell'Ilva. Il lavoratore rimasto ferito si chiama Antonio Liti, ed è un dipendente della ditta Mir. A quanto si è saputo per ora, sono caduti, mentre erano ilva_04721-2insieme al lavoro sul piano di carico della batteria n.9 delle cokerie. Le condizioni di Liti sono gravi. Link: Repubblica

ULTIMO GIORNO DA PAPA
angelus papa-2Ultimo giorno di pontificato di Joseph Ratzinger. Dopo la calorosa udienza di ieri, calendario di incontri anche oggi. Il Santo Padre alle 11 incontra i cardinali, sono circa 70 quelli che già ieri hanno assistito all'udienza pubblica. Alle 17 poi Benedetto XVI decollerà in elicottero dal Vaticano alla volta di Castel Gandolfo. Prima del decollo però dovrà consegnare al Camerlengo l'anello e il sigillo papale che saranno spezzati. Verrà anchechiuso l'appartamento del Papa in attesa che arrivi il nuovo Pontefice. Una volta arrivato a Castalgandolfo, poco dopo le 17.30, Ratzinger incontrerà gli abitanti della piccola città per un saluto affacciandosi dalla finestra della residenza dove resterà per circa due mesi insieme a quattro appartenenti all'associazione laicale Memores Domini e al segretario personale padre Georg Gaenswein. Con padre Georg aspetteranno le 20, quando formalmente Ratzinger non sarà più Papa. Link: Giornale Radio Rai

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | Il piano di Matteo Renzi per prendersi il Pd

Today è in caricamento