rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Buongiorno Today

Buongiorno Today | Al Jazeera invade gli Usa, shock in Siria: 60.000 morti

Le notizie di giovedì 3 gennaio 2013

Un migliaio di lavoratori per salvare gli stipendi ha accettato di lavorare al freddo, protestano i sindacati. E' in corso una guerra politica all'interno del Partito Repubblicano statunitense tra le due anime del Grand Old Party. Una lettera anonima avverte i magistrati di Palermo che sono spiati, e si apre un nuovo fronte d'indagine sulla trattativa fra Stato e mafia. Nuovi numeri shock da Damasco, la guerra in Siria ha causato sinora più di 60mila morti. Si cerca una donna, almeno una, che ha partecipato al rapimento di Andrea Calevo. Al Jazeera compra Current Tv e va alla conquista degli Usa. Buongiorno, le notizie di oggi giovedì 3 gennaio 2013.

Prima Pagina 3 gennaio 2013

1-11LAVORARE AL FREDDO PER LO STIPENDIO
Lavorare al freddo per salvare gli stipendi. Abbassare il termostato da 18 a 16 gradi per risparmiare sulla bolletta del gas. È la condizione posta ai mille lavoratori impiegati nei due stabilimenti torinesi della Tekfor Neumayer. La fonderia, di proprietà tedesca è in crisi di liquidità. Non c'è denaro per pagare il salario di gennaio e l'amministratore delegato delle sedi di Avigliana e Villar Perosa (Torino), ha tracciato la sua revisione delle spese, raschiando il fondo del barile. Ha ridotto del 20 per cento lo stipendio dei dirigenti e in percentuale minore quello dei quadri e dei funzionari. Inoltre sono state tagliate le auto aziendali. L'iniziativa assunta dalla direzione torinese della Tekfor è messa sotto accusa anche dal segretario provinciale della Fiom di Torino, Federico Bellono: "In tempi di crisi va di moda parlare di spending review, ma l'alternativa tra riscaldamento e stipendio non è accettabile". I lavoratori sembrano essersi rassegnati. Bruno Allegro, operaio delegato Rsu Uilm della sede di Avigliana, parla di "una decisione che i dipendenti hanno accettato malvolentieri, ma non si poteva fare altrimenti per portare a casa gli stipendi. Link: Repubblica

REPUBBLICANI USA, "GUERRA CIVILE" NEL PARTITO
CongressoUSA-2Il passaggio alla Camera dei Rappresentanti della legge contro il "fiscal cliff" mette in risalto una spaccatura talmente profonda nell’opposizione repubblicana da essere paragonata ad una "guerra civile" dal columnist conservatore Charles Krauthammer. Nell’approvazione con 257 voti contro 167 c’è la spaccatura dei repubblicani fra 85 favorevoli e 151 contrari. Tanti dissensi, personali e politici, che fanno emergere le opposte anime del partito che sembrava coriaceo e imbattibile negli anni di Eisenhower, Nixon, Reagan e dei Bush. Quella pragmatica di Lindsey Graham, senatore della South Carolina, che punta a siglare compromessi con Obama per tornare protagonista nelle presidenziali 2016 su grandi temi come l’immigrazione e l’energia, e l’altra più ideologica, espressione del Tea Party, che punta allo scontro totale con i democratici. Link: La Stampa

mafia"STATO-MAFIA, SPIATI I PM"
Una lettera anonima sta aprendo un nuovo fronte d'indagine sulla trattativa fra Stato e mafia. Avverte i magistrati di Palermo che sono spiati, indica dove trovare altre prove del patto, fa i nomi di vecchi uomini politici che potrebbero sapere molto. E denuncia che l'agenda rossa di Borsellino è stata rubata "da un carabiniere". Lo raccontano Bolzoni e Palazzolo su Repubblica. Le ultime inedite indicazioni sono in uno scritto che gli investigatori valutano come "attendibile", studiato e steso da qualcuno estremamente informato, uno "dal di dentro" sospettano i pubblici ministeri di Palermo che hanno ordinato accertamenti su tutti i punti segnalati dall'anonimo. Sono dodici pagine con lo stemma della Repubblica italiana sul frontespizio. L'autore, alla sua lunga lettera ha attribuito una sorta di numero di fascicolo. È in codice: "Protocollo fantasma". Se sia tutto vero ciò che scrive o al contrario un tentativo di depistaggio si scoprirà presto. Link: Repubblica

60.000 MORTI NELLA GUERRA IN SIRIA
siria-2-12La guerra in Siria ha causato sinora più di 60mila morti. È questo lo «sconvolgente» bilancio dell'Alto Commissariato dell'Onu per i diritti umani, basato su una indagine condotta negli ultimi cinque mesi e definita «esaustiva» da Navi Pillay. Una cifra «ben più alta di quanto ci aspettassimo», ha spiegato lo stesso Alto commissario, che rivede nettamente al rialzo l'ultimo bilancio, diffuso appena dopo Natale. Lo studio è riuscito ad incrociare informazioni provenienti da sette fonti diverse, permettendo di fissare a 59.648 il numero delle persone uccise nel periodo compreso tra il 15 marzo 2011 e il 30 novembre 2012. "Considerato che non c'é stata alcuna tregua dopo il 30 novembre, possiamo concludere che fino ad oggi sono rimaste uccise più di 60mila persone", ha concluso l'Alto commissario.  Nella provincia centrale di Homs, teatro di una delle prime massicce offensive delle forze del presidente Bashar al Assad, é stata accertata la morte di 12.560 persone. In quella di Damasco le vittime sono 10.862, in quella di Idlib 7.686), mentre sono 6.188 i morti nella provincia di Aleppo. Link: Sole 24 Ore

RAPIMENTO CALEVO, IL MISTERO DELLA DONNA
Si cerca una donna, almeno una. "C’è sempre, o quasi, il tocco di pragmatismo e umanità che solo una donna sa dare, in ogni poliziesco che tratti di gang e rapimenti. E questo, sospettano gli inquirenti, potrebbe esserci anche nel caso del sequestro di Andrea Calevo, l’imprenditore edile di Lerici portato via dalla sua villa la sera di domenica 16 dicembre e segregato per due settimane in uno scantinato di Sarzana. Fino alla liberazione arrivata nell’ultimo giorno del 2012", scrive il Secolo XIX È un giallo. Al quale i carabinieri del Ros e gli agenti dello Sco andrea-calevo-4della polizia stanno lavorando dopo aver isolato una lista di oltre venti nomi sospetti, tra cui un gruppo di cinque-sei donne (tra fidanzate, amanti, compagne e mogli dei protagonisti), da aggiungere alle quattro persone fermate a cavallo di Capodanno in quanto ideatori ed esecutori del rapimento nella villa della famiglia del costruttore di Romito Magra. La presenza di una donna sul luogo della rapina emergerebbe dalla testimonianza di un geometra di Narbostro, che al ritorno a casa nel giorno della rapina, notò uno "strano" gruppo di persone attorno a un furgone nelle vicinanze della villa dei Calevo, e tra questi anche una silhouette femminile. Link: Secolo XIX

AL JAZEERA SBARCA NEGLI USA
Il gigante dell'informazione del mondo arabo Al Jazeera sta per mettere piede negli Stati Uniti. L'emittente con base a Doha, in Quatar, ha siglato l'accordo per comprare Current Tv, il network televisivo fondato sette anni fa dall'ex vicepresidente americano Al Gore in società con l'imprenditore Joel Hyatt. Al Jazeera entrerà così in 60 milioni di case in tutto il Paese, e per l'occasione lancerà un nuovo canale da New York, Al Jazeera America, per il quale il 60 per cento dei programmi verranno prodotti negli Stati Uniti, mentre il restante 40 per cento arriverà dal già esistente Al Jazeera English. La programmazione di Current Tv dovrebbe invece dissolversi entro la primavera. Secondo le prime indiscrezoni, il gigante arabo manterrà parte del personale del network americano (che conta circa 400 impiegati), ma non è ancora stato reso noto il prezzo della vendita. Link: Repubblica

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | Al Jazeera invade gli Usa, shock in Siria: 60.000 morti

Today è in caricamento