rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Buongiorno Today

Buongiorno Today | Costa Concordia, Monti candida De Falco e il relitto non si muove

Le notizie di lunedì 7 gennaio 2013

Lega Nord di nuovo nella bufera per le rivelazioni dell'ex segretaria Manuela Privitera. Il ministro Corrado Passera critico nei confronti di Mario Monti: "Speravo avesse più coraggio". Un fulmine potrebbe aver colpito in Venezuela l'aereo su cui volava Vittorio Missoni. Mario Monti starebbe cercando di convincere il comandante Gregorio De Falco della capitaneria di Livorno a candidarsi nelle sue liste. E il relitto della Costa Concordia resterà al Giglio almeno fino all'autunno 2013. La scuola italiana si prepara all'ennesima rivoluzione: più soldi agli istituti migliori. Buongiorno, le notizie di lunedì 7 gennaio 2013.

Prima Pagina 7 gennaio 2013

lega-2-4LA EX SEGRETARIA CHE INGUAIA LA LEGA NORD
Si sfoga Manuela Privitera, la ex segretaria amministrativa del gruppo della Lega al Senato che con le sue rivelazioni ha contribuito ad alimentare il nuovo filone di indagine sull'utilizzo dei fondi pubblici da parte dei dirigenti del Carroccio. "Lavoro da otto anni al gruppo della Lega al Senato, ma quel che ho visto in questa legislatura, in questi ultimi tre anni in particolare, non ha precedenti. Adesso mi vogliono distruggere, mi accusano di dire il falso, perfino di aver rubato. Ma io in Procura ho depositato atti, assegni firmati dal capogruppo Bricolo, ricevute dei senatori che incassavano somme in contanti, bonifici". Con i soldi pubblici "Qualcuno si è comprato la lavatrice, altri il televisore". L'intervista su Repubblica

PASSERA: "MONTI DOVEVA AVERE PIU' CORAGGIO"
monti passeraCorrado Passera, ministro dello Sviluppo Economico delle Infrastrutture e dei Trasporti, 58 anni appena compiuti, spiega le ragioni della sua freddezza nei confronti della candidatura di Mario Monti. "Si è persa una grande occasione, io credevo al progetto di una lista unica Monti sia alla Camera sia al Senato. C’è un grande mondo che non si riconosce né con la sinistra—soprattutto se condizionata dalle componenti estreme—né con l’antipolitica né con Berlusconi. Avevo dato la mia disponibilità a candidarmi, senza pretese di ruoli presenti o futuri. Fino a poche ore prima di quella riunione del 28 dicembre sembrava tutto fatto. Durante la riunione hanno prevalso le posizioni di Italia Futura, di Montezemolo, di Riccardi, di Casini. Ho preso atto e me ne sono tirato fuori, ma non farò mancare il mio sostegno a Monti". L'intervista sul Corriere della Sera

los-2MISSONI, UN FULMINE HA COLPITO L'AEREO?
Le autorita del Venezuela non interromperanno le ricerche dell'aereo scomparso con a bordo Vittorio Missoni, la moglie e una coppia di amici finchè non sara ritrovato. "Li ho visti sparire davanti a me, inghiottiti da un cumulo di nubi. Un fulmine, deve essere stato un fulmine". Questa la drammatica testimonianza di Enrique Rada, pilota venezuelano decollato col suo Cessna 402 esattamente un minuto dopo il piccolo aereo a 10 posti su cui viaggiavano Vittorio Missoni e il suo gruppo. L’ha raccontata così, sotto choc, ai suoi amici piloti, quelli che la tratta Maiquetía-Los Roques e viceversa la fanno tutti i giorni. lui, il pilota di quel volo maledetto, lo conosceva benissimo. "Germán (Marchán, ndr) aveva 72 anni e 18 mila ore di volo sulle spalle - spiega a La Stampa - Era uno dei piloti più esperti e più stimati qui a Los Roques. Anche il suo collega era esperto e di ore ne aveva 5 mila. È stata una fatalità. Germán ha fatto i suoi calcoli e ha pensato di poter entrare nel cumulo di nubi senza avere problemi ma lì deve essere successo all’improvviso qualcosa di davvero tragico". Link: La Stampa

COSTA CONCORDIA / 1: MONTI CANDIDA DE FALCO
defalco-2Mario Monti starebbe cercando di convincere il comandante Gregorio De Falco della capitaneria di Livorno a candidarsi nelle sue liste. Napoletano proprio come il comandante Schettino - che esortò a prendersi le sue responsabilità nella famosa telefonata dopo il naufragio della Costa Concordia (celebre il suo "Salga a bordo, cazzo!" ) 47 anni, laureato in Legge, il capo della sezione operativa della Capitaneria di Porto di Livorno è il volto pulito della tragedia della Costa Concordia. Sposato, due figlie, ha vent'anni di esperienza, passati tra Mazara del Vallo, Santa Margherita Ligure e - dal 2005 - Livorno. Ironie sui social network per quella che allo stato attuale delle trattative è solo una voce. Link: Unità

costa-concordia-naufragio-infophoto-2COSTA CONCORDIA / 2: IL RELITTO RESTA AL GIGLIO
Nonostante procedano senza sosta, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, i lavori per la rimozione della Concordia ci vorranno ancora mesi. Non avverrà prima di settembre. In ritardo di alcuni mesi, rispetto alle previsioni che fissavano la chiusura del cantiere prima dell’ estate. Con tutto il disagio che comporterà per l’isola, soprattutto sul fronte turistico. L’impatto ambientale, invece, al momento non costituisce un problema. Le operazioni sono condotte dal consorzio Titan-Micoperi. È chiaro che in un’operazione tecnico-ingegneristica di queste dimensioni è poco attendibile determinare una data esatta per il termine dei lavori. La stessa Regione Toscana considera "ragionevole immaginare che si possano verificare sospensioni dovute a condizioni meteo marine avverse o comunque a situazioni non prevedibili". Link: La Stampa

SCUOLA, DAL 2014 NUOVA RIVOLUZIONE
Novità in vista per la scuola italiana. La scuola si prepara all'ennesima rivoluzione: più soldi agli istituti migliori. La novità per il cosiddetto fondo di Funzionamento delle oltre 9mila istituzioni scolastiche italiane dovrebbe scattare dal 2014. Una idea che richiama alla mente lo stesso sistema, lanciato dall'ex ministero dell'Istruzione Mariastella Gelmini, che oggi assegna più risorse alle università italiane più meritevoli. Peccato che in Italia non scuola-3esista un meccanismo in grado di valutare scientificamente le performance dei singoli istituti. Un fatto che porta i sindacati a bollare questa norma - introdotta nella legge di Stabilità varata lo scorso 24 dicembre, comma 149 dell'articolo 1 - come una cosa "irrealizzabile". "Un sistema di valutazione serve senz'altro - osserva un sindacalista- ma sarebbe serio costruirlo in 4 anni e spendendo quanto si spende in Francia". "E ammesso che si possano verificare gli apprendimenti, qual è la ratio che porta a tagliare le risorse alle scuole con risultati peggiori? Semmai, occorrerebbe assegnare a queste scuole più risorse". Link: Repubblica

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | Costa Concordia, Monti candida De Falco e il relitto non si muove

Today è in caricamento