rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Buongiorno Today

Buongiorno Today | Immigrati schiavi in Calabria, italiani liberi in Nigeria

Le notizie di mercoledì 9 gennaio 2013

Per 25 euro al giorno di paga, in Calabria si vive come schiavi. Liberati i tre marinai italiani sequestrati lo scorso 23 dicembre al largo delle coste della Nigeria. Nell'Italia in crisi aumentano le persone che affittano una camera della propria casa a studenti o lavoratori. Negli Usa circola l'ipotesi ritiro totale dall'Afghanistan: dopo il 2014 non rimarrebbe un solo soldato. Pronte le liste del Partito democratico per le prossime politiche. Oltre all’acquisto di caccia F35 lo Stato si appresta a sostenere un’altra consistente spesa militare: due nuovi sommergibili. Ma servono davvero? Buongiorno, le notizie di mercoledì 9 gennaio 2012.

Prima Pagina 9 gennaio 2013

este_19110831_08480-2GLI SCHIAVI DI ROSARNO
Reportage della Stampa dai dormitori cloaca per chi lavora nei campi di Rosarno. "Sbaglia chi dice che a Rosarno, tre anni dopo la rivolta dei migranti, le devastazioni, la controrivolta degli italiani, la caccia all’uomo e infine la deportazione dei neri, tutto è come prima. È peggio. Gli africani sono di nuovo mille, come allora: arrivati in autunno, ripartiranno in primavera dopo aver raccolto agrumi a 25 euro al giorno, anche se adesso i padroni prediligono il cottimo che aumenta la produttività: un euro a cassetta per i mandarini e 0,50 per le arance, in ogni cassetta 18-20 chili di raccolto. I bagni sono in fondo a destra: due fosse larghe un metro scavate per quaranta centimetri nella terra, a cielo aperto e senza riparo alcuno. Nella tenda più grande, dieci metri per cinque, si contano non meno di cento posti letto tra materassi rancidi e brandine". Link: La Stampa

LIBERATI I MARINAI ITALIANI IN NIGERIA
C_2_articolo_1076342_imagepp-2Sono liberi i tre marinai italiani sequestrati lo scorso 23 dicembre al largo delle coste della Nigeria. Lo ha reso noto il ministro degli Esteri Giulio Terzi precisando che "faranno presto rientro in Italia". I tre erano imbarcati sul rimorchiatore Asso21 che era in viaggio verso Port Harcourt. "E' un successo - ha aggiunto il capo della diplomazia italiana - degli uomini e delle donne della Farnesina e di tutti i funzionari delle strutture dello Stato coinvolte, che con la loro tenacia e professionalità hanno reso possibile l'esito positivo di questa difficile vicenda". "Desidero inoltre ringraziare le autorità nigeriane, che in queste settimane ci hanno sempre assicurato la massima collaborazione", ha concluso Terzi, rimasto sempre in contatto con il collega nigeriano per seguire gli sviluppi del caso. L'Unità di crisi della Farnesina ha già informato i familiari e l'armatore. Link: Repubblica

a-6TAGLIANO PENSIONI E COMPRANO SOMMERGIBILI
Oltre all’acquisto di caccia F35 lo Stato si appresta a sostenere un’altra consistente spesa militare. Lo annuncia oggi il Fatto Quotidiano. “Tagliano pensioni e ospedali ma comprano sommergibili”, è il titolo di apertura del giornale di Antonio Padellaro e Marco Travaglio. Spiega il sommario: “Per l’acquisto di due sottomarini militari U-212 lo Stato spenderà 2 miliardi (170 milioni l’anno) grazie a una norma confermata dalla legge di Stabilità voluta dal governo Monti e approvata da Pdl, Pd e Terzo Polo. Un altro spreco dopo gli F-35″. E' stato l’ex ministro dell’economia, Giulio Tremonti, a ricordare che il Parlamento ha approvato l’acquisto di due sommergibili dalla Germania nei prossimi anni. La trattativa aiuterà sicuramente nei rapporti internazionali, ma vanno analizzate anche le conseguenze dal punto di vista dei costi per i contribuenti. Link: Il Fatto Quotidiano

VIVERE INSIEME AI TEMPI DELLA CRISI
soldi-3-3Nell’Italia in bianco e nero degli anni cinquanta e sessanta si chiamava pigione. Nell’Italia di oggi, a colori ma in crisi nera, il nome è più social, affitto condiviso. La sostanza è la stessa, però: prendersi in casa uno studente o un lavoratore. Rinunciare ad una stanza e ad un po’ di privacy in cambio di un’entrata extra, tra i 170 e i 500 euro, per arrivare a fine mese. Un ritorno al passato che viene segnalato da Immobiliare.it, sito di annunci del settore. Le famiglie che decidono di affittare una parte della casa in cui vivono sono in aumento del 14% rispetto ad un anno fa, del 26,5% se allarghiamo il confronto agli ultimi due anni. Link: Corriere  E poi c'è il co-housing ovvero vivere insieme, e il co-working ovvero lavorare uniti. E ancora gruppi di acquisto solidale che raggruppano fino a sette milioni di persone, mercatini del baratto e una miriade di orti collettivi nella grandi città. Così sta crescendo un movimento silenzioso che fa fronte alle difficoltà di questi anni. Link: Repubblica

USA, RITIRO TOTALE DALL'AFGHANISTAN?
Ritiro totale dall'Afghanistan: dopo il 2014 non rimarrebbe un solo soldato Usa neppure in funzioni di addestramento e appoggio alle forze locali. Per la prima volta Barack Obama affaccia questa "opzione zero". Una soluzione molto più radicale di quelle ipotizzate finora. Di certo, è una scelta che suonerebbe come una sconfessione per il "partito dei generali", che ha sempre dato per scontata la permanenza di un contingente americano, sia pure limitato. La già scarsa fiducia della Casa Bianca verso Karzai è stata ulteriormente logorata dall'escalation degli episodi di "fuoco amico": le ultime vittime americane sono cadute per attentati perpetrati da soldati afgani obama-3-4dell'esercito regolare, "alleato". L'affacciarsi dell'opzione zero interessa ovviamente tutta la coalizione che partecipa alle operazioni in Afghanistan, anche se altri Paesi dell'Alleanza atlantica hanno già anticipato per conto loro i tempi di un disimpegno. Link: Repubblica

DA EPIFANI A MINEO, LE LISTE PD
pd-2Pronte le liste del Partito democratico per le prossime politiche. Il comitato elettorale del Pd e la direzione nazionale le hanno approvate all'unanimità. La composizione, per i tre quarti frutto delle primarie, è, per quanto riguarda i «blindati», un mix tra le anime del partito ed esponenti della società civile. Con una buona componente di donne (15 dei 38 capilista). Bersani guiderà le liste in tre regioni «chiave»: Lazio, Lombardia e Sicilia. Il suo vice Enrico Letta sarà capolista in Campania e nelle Marche. I capigruppo di Camera e Senato, Dario Franceschini e Anna Finocchiaro, saranno rispettivamente capolista in Emilia Romagna alla Camera (accanto a Josefa Idem per il Senato) e in Puglia per Palazzo Madama. Tra i nomi "nuovi" l'ex procuratore Antimafia Piero Grasso che guiderà le liste in Senato in Lazio e quello della giornalista anti-camorra, Rosaria Capacchione capolista in Campania per il Senato. Link: Corriere

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | Immigrati schiavi in Calabria, italiani liberi in Nigeria

Today è in caricamento