rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021

Buongiorno Today | Napolitano manda Letta in Parlamento, Renzi a casa

Le notizie e le prime pagine di oggi

L'undici di novembre, tre giorni dopo le primarie del Pd, il Governo sarà in Parlamento per chiedere la fiducia. La data è stata scelta da Napolitano in accordo con Letta. Il Quirinale lancia il premier, Renzi gela la piazza: "La fiducia? Vedremo. La sera del 9 partecipo alla riunione dei gruppi parlamentari per decidere quale atteggiamento tenere l'11, quando Letta si presenterà alle Camere". Il governo thailandese ha ordinato alla polizia dispiegata a Bangkok contro le proteste antigovernative di ritirarsi, per evitare violenze. Venezuela, Caracas e almeno dieci stati del Venezuela sono rimasti senza luce nella notte a causa di un blackout di grandi proporzioni. Le autorità francesi hanno incriminato per incitamento all’odio Bob Dylan dopo un ricorso presentato da un’associazione croata. In Piemonte dopo due anni torna il buono affitto. Buongiorno, queste le notizie e le prime pagine di martedì 3 dicembre 2013.

PRIME PAGINE MARTEDI' 3 DICEMBRE

napolitano_letta-2GOVERNO, L’11 DICEMBRE LA NUOVA FIDUCIA. NAPOLITANO LANCIA LETTA –  L’11 dicembre il governo sarà in Parlamento per chiedere la fiducia delle Camere all’inizio della nuova fase determinata dall’uscita di Forza Italia dalla coalizione. E’ la decisione scaturita dall’incontro che Giorgio Napolitano ed Enrico Letta hanno avuto ieri sera al Quirinale, convenendo «sulla opportunità di un sollecito passaggio parlamentare che consenta di prospettare indirizzi e contenuti dell’attività di governo, segnando la discontinuità intervenuta tra la precedente e la nuova maggioranza». Quanto alla data, si indicava «la prossima settimana» per lo svolgimento del dibattito in Parlamento, «pur essendo tuttora in corso la sessione di bilancio». Link Messaggero

Renzi all'assemblea nazionale-2RENZI VUOLE LA GOLDEN SHARE SUL GOVERNO LETTA – Matteo Renzi, ospite di "Piazza Pulita" su La 7, vuole la golden share sul governo Letta e torna ad avvertire gli alleati di "minoranza". Se vincerà le primarie già la verifica di governo dell'11 dicembre dovrà fare i conti con quello che è il suo programma per vincere la segreteria del Pd, il partito di maggioranza del governo. E già dal 9 dicembre, dopo aver annunciato la squadra che metterà in campo, alla riunione dei gruppi parlamentari del partito si discuterà del programma che dovrà seguire il governo Letta. «Il Pd ha ora la maggioranza per fare le cose: o ora o mai più» avverte il sindaco di Firenze che mette bene in chiaro: «Se Grillo e Berlusconi vedono un governo che tentenna ci portano via di peso. Io voglio che il Pd faccia le cose sul serio». E il suo pressing, assicura, è volto tutto ad evitare la sconfitta definitiva del Pd: «Quello mio non è un ultimatum al governo. Io mi gioco la faccia. Altrimenti mi metterei all'angolo ad aspettare il disastro». Anche Alfano è di nuovo avvertito. Le cose da fare le decide il Pd che ha 300 deputati contro i 60 di Alfano. «Il centrodestra tutto vuole fare tranne che andare alle elezioni: dirà siamo disponibili a tutto, o quasi, per arrivare al 2015». Pd e governo, insomma, dovranno prendere atto che se vince Renzi vince un programma che gli italiani si aspettano venga rispettato. Il programma con cui pensa di vincere le primarie. E che vede al primo posto una «riforma seria della politica» che porti ad un risparmio di 1 miliardo di euro da destinare al territorio e al sociale. Link Messaggero

thailandia-camicie-rosse-3BANGKOK, IL GOVERNO ORDINA ALLA POLIZIA DI RITIRARSI – Il governo thailandese ha ordinato alla polizia dispiegata a Bangkok contro le proteste antigovernative di ritirarsi, per evitare violenze. «Il governo non vuole vedere altri scontri, quindi abbiamo ordinato alla polizia di ritirarsi», ha detto il portavoce governativo Teerat Ratanasevi. Migliaia di manifestanti thailandesi si sono così avvicinati alla sede del governo a Bangkok, dopo il “lasciapassare” della polizia che era dispiegata a protezione degli edifici dietro le barricate di cemento. Gli agenti si sono seduti e hanno lasciato che i manifestanti attraversassero le barricate verso la strada che passa davanti egli edifici governativi. I manifestanti anti-governativi hanno poi celebrato la loro “vittoria” nel complesso della sede del governo. Le stesse scene si sono avute alla sede della polizia metropolitana di Bangkok, altro obiettivo dichiarato dei manifestanti. Link La Stampa

maduro-2VENEZUELA, ANCORA UN MEGA BLACKOUT – Ancora un blackout in Venezuela. Caracas e almeno dieci stati del Venezuela sono rimasti senza luce nella notte a causa di un blackout di grandi proporzioni, per un guasto in una centrale. «Stiamo indagando le ragioni del guasto», ha reso noto il ministro per l’energia elettrica, Jesse Chacon. Nella capitale il servizio è ripreso dopo circa mezz’ora, ma altri stati (tra i quali Zulia, Merida, Carabobo) sono rimasti al buio per ore. L’interruzione nella fornitura dell’energia elettrica è avvenuta durante un intervento del presidente Nicolas Maduro trasmesso dal palazzo presidenziale di Miraflores a Caracas. «Sono a Miraflores seguendo questo strano blackout avvenuto nello stesso luogo dell’ultimo oscuramento», ha detto Maduro via Twitter, riferendosi ad un precedente blackout lo scorso settembre. Un paio d’ore più tardi Maduro ha reso noto «di aver messo in allerta le forze armate perché ci saranno altri attacchi all’industria petrolifera. Quanto successo oggi è molto strano», ha aggiunto, ricordando che nei mesi scorsi il governo ha aumentato la produzione di energia elettrica e che il blackout non è avvenuto in un’ora di punta dei consumi. Come già in altre occasioni, Maduro ha dato la colpa del guasto «all’opposizione fascita», ricordando l’importanza delle elezioni municipali nel Paese in programma domenica, dichiarazioni subito definite «patetiche» dal leader dell’opposizione antichavista Henrique Capriles. Link Corriere della Sera

bob dylan-5BOB DYLAN INCRIMINATO PER “INCITAMENTO ALL’ODIO” – Le autorità francesi hanno incriminato per incitamento all’odio Bob Dylan dopo un ricorso presentato da un’associazione croata. Dylan era stato recentemente insignito della ‘Legion d’onore’, la più alta onorificenza francese, dopo mesi di contrasti all’interno del governo francese. All’origine dell’incriminazione le parole di Dylan che in un’intervista all’edizione francese di ‘Rolling Stone’ si spinse ad assimilare la relazione tra ebrei e nazisti a quella tra serbi e croati. Link QN

affitto-2PIEMONTE, DOPO DUE ANNI TORNA IL BUONO AFFITTO – Torna il buono affitto, dopo due anni di azzeramento a causa dei mancati finanziamenti, la Regione ha trovato 11,5 milioni di risorse proprie per cercare di dare una risposta al crescente numero di persone che in Piemonte, soprattutto a Torino e nelle altre aree metropolitane, hanno difficoltà a pagare l’affitto a causa della crisi economica e della perdita di lavoro. Si tratta di un intervento di sostegno rivolto a quella parte di «popolazione vulnerabile» che pur avendone titolo, non riesce ad accedere all’edilizia sociale sovvenzionata o per insufficienza degli alloggi o perchè supera di poso il livello di reddito richiesto ed è costretta a rivolgeri al mercato privato. La giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Urbanistica, Giovanna Quaglia, ha infatti deciso di rifinanziare il cosiddetto Fondo Affitti con circa 10 milioni a cui si aggiungono altri 1,5 milioni per le Agenzie sociali per la locazione. Con la prima misura si aiutano le famiglie che già vivono in affitto a pagare il canone, con le seconda si sostengono le famiglie nella ricerca di una casa da affittare dando garanzie e incentivi economici ai proprietari e agli inquilini. Link La Stampa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | Napolitano manda Letta in Parlamento, Renzi a casa

Today è in caricamento