Martedì, 15 Giugno 2021

Alza le mani e si arrende, la polizia fa fuoco e lo uccide: Usa shock

L'ufficio dello sceriffo della contea di Bexar ha detto che l'uomo aveva un coltello e che si stava opponendo all'arresto. Nessuno degli agenti indossava una body camera

L'episodio a Bexar County, in Texas. Un nuovo video shock mette sotto accusa la polizia statunitense. La polizia interviene dopo una chiamata per violenza domestica: in un video amatoriale si vede un uomo che viene ucciso mentre alza le mani in segno di resa. A morire è il 41enne Gilbert Flores. 

L'uomo viene ucciso proprio quando alza le mani di fronte agli agenti. Nonostante la persona che riprende la scena con lo smartphone sia a una certa distanza, non sembrano esserci troppi dubbi sulla dinamica. L'unico audio percepibile è il rumore degli spari. 

VIDEO SHOCK (SCONSIGLIATO A UN PUBBLICO SENSIBILE)

L'ufficio dello sceriffo della contea di Bexar ha detto che l'uomo aveva un coltello e che si stava opponendo all'arresto. Nessuno degli agenti indossava una body camera. "Siamo consapevoli - ha detto la portavoce Susan Pamerleau - che c'è un video che mostra gli ultimi momenti di questo agente coinvolto nella sparatoria. È tra tutte le prove che stiamo raccogliendo per capire cosa sia successo". 

Le autorità hanno dichiarato che l'episodio si è verificato dopo una chiamata per violenza domestica partita dalla casa. Non sono bastati secondo la polizia i tentativi iniziali di fermare Flores con una pistola elettrica taser.

Fonte: Slate.com →

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alza le mani e si arrende, la polizia fa fuoco e lo uccide: Usa shock

Today è in caricamento