Domenica, 1 Agosto 2021

Omicidio Luca Sacchi, Anastasia al Gip: "Non sapevo dei 70mila euro nello zaino"

La fidanzata del 24enne ucciso a Roma ha raccontato la sua versione dei fatti: "La droga? Io e Luca totalmente estranei"

Foto di repertorio ANSA

"Non sapevo di avere settantamila euro nello zaino. Ero davanti a quel pub con Luca come mille altre volte. Io e Luca siamo assolutamente estranei a questa vicenda". Questo è quanto avrebbe riferito Anastasia Kylemnyk nel corso dell'interrogatorio davanti al gip Costantino De Robbio dopo la misura cautelare dell'obbligo di firma scattata nella seconda tranche dell'indagine sull'omicidio del suo fidanzato Luca Sacchi, ucciso lo scorso ottobre con un colpo di pistola alla testa davanti a un pub in zona Colli Albani.

Berretto rosa e occhiali da sole, Anastasia è la prima volta che viene ascoltata dagli inquirenti. La giovane è indagata per il tentato acquisto di un carico da 70 mila euro di droga insieme a Giovanni Princi. Lei però si difende dalle accuse. "Il comportamento di Anastasia durante l'interrogatorio ha dato atto della sua estraneità all'ipotizzato traffico di sostanze stupefacenti" ha affermato il suo avvocato Giuseppe Cincioni. Che poi ha aggiunto: "Giovanni Princi prima della tragedia era un carissimo amico di Luca".

Del Grosso: "Non volevo uccidere nessuno"

Ieri, invece, è stato il giorno proprio di Valerio Del Grosso. Il 21enne di Casal Monastero si è avvalso della facoltà di non rispondere così come Paolo Pirino, anche lui in carcere per l'omicidio di Luca Sacchi. Il pasticcere, padre da pochi mesi, ha tuttavia reso nota una dichiarazione spontanea di poche righe davanti al Gip: "Non volevo uccidere nessuno, era la prima volta che prendevo un'arma in mano". 

La mamma di Luca: "Tra Anastasia e Princi sguardi di intesa" 

Nella serata, invece, è stata Tina Galati, mamma di Luca Sacchi, ha esternare le sue emozioni in collegamento da casa nella puntata di Porta a Porta in onda questa sera. La donna ha parlato di Anastasia: "Tra lei e Giovanni Princi posso dire solo che nell'ultima vacanza insieme ad agosto ho notato uno sguardo strano, di intesa, che mi ha dato fastidio. Ho detto a mio figlio di stare attento a chi aveva vicino, poi non ho visto altro". 

D'accordo con lei il padre di Luca, Alfonso: "Credo sia stato Princi ad aggirare Anastasia - dice - prima non era così, era una brava ragazza. Ultimamente era cambiato qualcosa, come se lui (Giovanni Princi, ndr) l'avesse manipolata".

Fonte: RomaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Luca Sacchi, Anastasia al Gip: "Non sapevo dei 70mila euro nello zaino"

Today è in caricamento