rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021

"Ho avuto paura per i miei nipotini e ho sparato": ma gli inquirenti non sono convinti

Ignazio Sicignano, il pensionato che ha ieri notte ha ucciso un ladro che era entrato nella sua casa a Vaprio d'Adda, racconta la sua versione dei fatti: restano alcune incongruenze

Parla Ignazio Sicignano, il pensionato che ha ieri notte ha ucciso un ladro che era entrato nella sua casa a Vaprio d'Adda. E' il quotidiano La Stampa a riportare le parole dell'uomo, ancora molto scosso per la vicenda: "Ho sparato quando me lo sono trovato di fronte all'improvviso. Ho avuto paura. Ho pensato che dovevo difendere la mia famiglia, mia moglie, i miei figli, con i bambini piccoli che abitano al piano di sotto. Ma non volevo che morisse, non volevo. E' indagato per omicidio volontario, ma secondo alcuni esperti di diritto è solo una procedura tecnica: infatti l'accusa servirebbe solo per fare accertamenti, che altrimenti non si potrebbero fare.

Ci sarebbero in ogni caso alcune incongruenze nel suo racconto, che per forza di cose andranno chiarite. Proprio queste incongruenze hanno spinto i magistrati a puntare sull'accusa di omicidio volontario e non sull'eccesso di legittima difesa. Non è ancora chiaro dove sia avvenuta la sparatoria. Il primo colpo il pensionato lo spara in casa, il pensionato giura in camera da letto, praticamente d’istinto non appena si trova davanti il ladro. Ma il corpo del giovane romeno viene trovato molto più lontano, sulle scale fuori dall’appartamento. Il ladro, hanno confermato i magistrati, era disarmato ma aveva portato con sé una torcia. "Quell'uomo aveva in mano qualcosa, ho pensato di difendermi", ha dichiarato il pensionato. La Stampa scrive:

Se il pensionato lo avesse inseguito, freddandolo poi sulle scale, la sua posizione si aggraverebbe visto che davanti ai magistrati ha invece spiegato di avere agito d'istinto, all'improvviso. 

Fonte: La Stampa →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho avuto paura per i miei nipotini e ho sparato": ma gli inquirenti non sono convinti

Today è in caricamento