Ucciso Walter Luebcke, il politico della Cdu che aiutava i migranti

La polizia indaga per omicidio: esclusa la pista del suicidio. In passato Luebcke si batté per l'accoglienza dei rifugiati nei giorni caldi della crisi dei migranti nel 2015 e si scontrò con il partito di estrama destra Pegida

foto Ansa

È stato ucciso in Germania il politico della Cdu Walter Luebcke. Il suo corpo è stato trovato dai familiari sulla terrazza della sua casa di Wolfhagen, in Assia, nella notte tra domenica e lunedì. La polizia sta indagando per omicidio, escludendo il suicidio: Luebcke, secondo la Bild, è stato colpito a distanza ravvicinata da un’arma di piccolo calibro. Al momento si indaga in tutte le direzioni e “non c’è ancora nessuna prova di un colpevole o di un movente”, ha fatto sapere la presidente dell’ufficio criminale dell’Assia Sabine Thurau.

L'impegno di Walter Luebcke per i migranti

Durante la crisi dei migranti nel 2015, Luebcke si batté per l’accoglienza, scontrandosi con il partito di destra di Pegida. L’impegno politico di Luebcke, amministratore locale della Cdu nel distretto di Kassel, nei confronti di riguati era noto, così come lo erano i suoi contrasti con l’estrema destra. Luebcke è stato per dieci anni alla guida del dipartimento regionale di Kassel e si è battuto per gestire la dislocazione dei migranti nei centri di accoglienza nell’autunno 2015, quando in Germania arrivarono olter 750mila migranti – soprattutto rifugiati siriani, afghani e iracheni – nel giro di pochi mesi. Risalgono a quei giorni i contrasti con Pegida.

Luebcke fu oggetto di minacce di morte anonime

Luebcke era stato oggetto di minacce di morte anonime in seguito a uno scontro con alcuni sostenitori del movimento di ultra destra durante una riunione cittadina per discutere proprio dei centri di prima accoglienza in Assia. Duramente contestato, Luebcke aveva ribadito l’importanza dei valori cristiani dell’accoglienza e dell’aiuto verso il prossimo: “Chi non condivide questi valori può lasciare questo paese in ogni momento, se non è d’accordo. Questa è la libertà di ogni tedesco”.

Fonte: Bild →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento